Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:35

Puglia - Scoperta mega truffa del telepass

La Polizia stradale ha denunciato a piede libero undici persone. L'ammontare del maltolto alla Società autostrade è di circa 700mila euro. Gli autotrasportatori entravano in autostrada "coprendo" il rilevatore del telepass e lo riattivavano all'uscita, dichiarando di essere entrati solo al casello precedente
Puglia - Scoperta mega truffa del telepass
Polizia Stradale BARI - Disattivando l'apparecchiatura telepass al casello d'ingresso, decine di autotrasportatori hanno truffato centinaia di volte la società Autostrade perché al momento del pagamento, evidenziando la mancata registrazione, riuscivano a pagare il pedaggio minimo. Con l'accusa di truffa aggravata e continuata gli agenti del compartimento della Polizia stradale Puglia hanno denunciato a piede libero undici persone.
Al momento gli investigatori hanno accertato una truffa di circa 700mila euro a compiuta dagli autotrasportatori di undici aziende, tutte pugliesi. La Polstrada ipotizza, però, che l'ammontare della truffa sia molto più alta ed estesa in tutt'Italia.
Il meccanismo usato per truffare la società Autostrade è semplice: al momento di impegnare l'autostrada, l'autotrasportatore sceglieva la corsia per il ritiro manuale dello scontrino dopo aver disattivato il telepass o averlo rivestito di carta di alluminio, per evitare che registrasse il passaggio. Quando si trattava di uscire, il conducente questa volta sceglieva la corsia riservati agli abbonati telepass. Ovviamente il sistema non poteva registrare il passaggio, non essendoci quello d'entrata, e per risolvere il problema il camionista dichiarava al casellante di essere entrato in autostrada al casello precedente.
La Stradale sottolinea che la truffa ha comportato un danno "rilevante" per lo Stato, ricordando che preleva il 52% del pedaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione