Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 11:07

Esercito & Puglia: il bilancio 2005

Con l'abolizione della ferma obbligatoria, cresce il numero delle domande per arruolarsi come volontari. In corsa anche le donne. Arruolamenti, attività istituzionali, missioni ed esercitazioni, istruzione, informazione sanitaria e bonifica
Barbara Pollice - Brigata Pinerolo Con la sospensione della leva obbligatoria, sostanzialmente iniziata con l'Unità d'Italia, e il reclutamento su base volontaria, introdotti dalla legge n. 226/04, il 2005 è stato un anno fondamentale per l'Esercito Italiano. Si è conclusa una fase storica e se ne è aperta un'altra. L'Esercito professionale è la risposta al nuovo assetto geostrategico mondiale, non solo, ma è anche la risposta alla domanda di sicurezza e di pace che proviene dai cittadini.
Ecco nei link sottostanti il bilancio delle attività compiute dalla forza armata in Puglia e dalla Puglia verso l'esterno. Nella nostra regione operano militari della forza armata in un numero che oscilla fra le 6000 e le 8000 unità.

• Gli arruolamenti in Puglia

• Le operazioni della Brigata Pinerolo

• Le operazioni del 10° Reggimento trasporti di Bari

• I corsi della Scuola di Cavalleria di Lecce

• L'ospedale militare di Bari

• La bonifica a Bari della caserma "Rossani"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione