Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 01:11

Taranto al centro di traffico di rifiuti

Un nuovo sequestro di rifiuti speciali al porto, dopo quello del 16 dicembre. Trovato materiale plastico, stoccato in 3 container destinati ad Hong Kong
TARANTO - Un nuovo sequestro di rifiuti speciali, dopo quello del 16 dicembre scorso, è stato fatto nel porto di Taranto da funzionari della circoscrizione doganale di Taranto in collaborazione con il Noe (Nucleo operativo ecologico) dei carabinieri di Lecce. Sono stati sequestrati 102.270 Kg di rifiuti speciali (balle di cascami e ritagli di materiale plastico), stoccati in 3 container destinati ad una società di Hong Kong.
A quanto si è saputo, il legale rappresentante della società coinvolta, residente nella provincia di Bari - una delle tre persone denunciate il 16 dicembre scorso - stava esportando la partita di rifiuti dichiarandoli come 'materie prime secondariè, senza aver presentato la relativa dichiarazione doganale all'esportazione.
Il giorno 16 dicembre, sempre nel porto di Taranto, erano stati scoperti 13 container carichi di rifiuti destinati a Hong Kong, e con l' accusa di traffico internazionale di rifiuti erano stati denunciati dai carabinieri i titolari di tre ditte, due pugliesi e una campana. Le ditte avevano denunciato che nei container erano materie prime destinate al mercato orientale. I militari hanno accertato che i 13 container venivano spediti cinque da una ditta di Bari, cinque da una ditta di Cava dè Tirreni (Salerno) e tre da una ditta di Modugno (Bari) ed hanno denunciato alla magistratura i titolari delle tre imprese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione