Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 14:16

Designati i rappresentanti europei nel Consiglio Generale Pugliesi nel Mondo

Nel corso dell'Assemblea tenutasi a Basilea nei giorni 10 e 11 dicembre e presieduta da Elena Gentile, assessore alla solidarietà e flussi migratori della Regione Puglia
BARI - Designati i rappresentanti europei nel Consiglio Generale Pugliesi nel Mondo nell'Assemblea europea dei Pugliesi nel mondo, tenutasi a Basilea nei giorni 10 e 11 dicembre e presieduta da Elena Gentile, assessore alla solidarietà e flussi migratori della Regione Puglia. Ne dà notizia l'Agenzia web della Regione Puglia.
Sono Rosa Russo per i Pugliesi in Belgio, Enrico Palmieri e (supplente) Savino Ferrara per quelli in Francia, Antonio Quarta e Angelo De Mitri per quelli in Germania, Antonio Ieva per le Associazioni di Pugliesi delle Comunità italiane, e Alessandro Calaprice, Ilario Mangia e Ubaldo Stendardo per la Federazione Associazioni Pugliesi in Svizzera (Faps).
«Il fatto nuovo dell'Assemblea di Basilea - informa l'Agenzia web - costituito dalla scelta autonoma compiuta dalle Associazioni Pugliesi della Svizzera di rinunciare ad un loro rappresentante per dare spazio nel Consiglio ad un rappresentante delle Associazioni di Pugliesi in Italia, che le stesse Associazioni dei Pugliesi in Piemonte, nel Lazio e in Lombardia presenti a Basilea hanno designato nella persona di Antonio Ieva».
«L'assessore Gentile - aggiunge l'Agenzia - nel chiudere i lavori ha affermato che i risultati positivi dell'Assemblea stanno ad indicare che gli avvicendamenti e le discontinuità sono da considerare superati e possiamo guardare con fiducia al futuro e al rinnovo e al funzionamento del Consiglio Generale dei Pugliesi nel mondo. Nel portare i saluti del Presidente, Nichi Vendola, ha affermato che i pugliesi nel mondo sono e devono sentirsi coinvolti nella realtà della Puglia, regione al centro del Mediterraneo i cui lavoratori pugliesi emigrati rappresentano una risorsa insostituibile per rilanciare il turismo e aprire all'internazionalizzazione la prospettiva di sviluppo delle piccole e medie aziende. Per questo, a fronte dei tagli alla spesa sui servizi sociali, si è voluto mantenere inalterato per l'anno in corso e per il 2006 il piano degli interventi a favore dei pugliesi nel mondo, mentre sono allo studio altri progetti interassessorili per la promozione della cultura e dei prodotti della Puglia all'estero».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione