Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:43

Taranto - Morte per trombosi

La vittima una donna che solo 24 ore prima si era sottoposta ad una operazione di varici. Indagato per omicidio colposo il chirurgo, ma incerta la responsabilità
Taranto - Morte per trombosi
TARANTO - Un edema polmonare provocato da una trombosi: è la causa della morte della donna tarantina di 40 anni avvenuta nei giorni scorsi nella casa di cura privata «Ettore D'Amore» di Taranto poche ore dopo che si era sottoposta ad un intervento chirurgico alle varici.
A stabilire la causa del decesso è stato il medico legale dell'Università di Bari, il prof. Luigi Strada, che nel pomeriggio ha eseguito l'autopsia. Ora il medico dovrà verificare se ci sia un nesso di causalità fra l'intervento chirurgico, il tipo di assistenza sanitaria prestata alla paziente e la morte della donna. Quest'ultima è deceduta il giorno dopo l'operazione.
Il pubblico ministero Maurizio Carbone, che ha aperto un'inchiesta sulla base di un esposto presentato dal marito della vittima, ha già iscritto nel registro degli indagati, per omicidio colposo, il chirurgo che ha eseguito l'intervento. I difensori del medico, gli avvocati Giuseppe Sernia e Vincenzo Sapia, hanno nominato due consulenti; un altro consulente è stato nominato dai familiari della vittima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione