Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:06

Maxi-sequestro di droga a Cerignola

I carabinieri fanno irruzione in un magazzino e sequestrano 200 chili di hashish, oltre che numerose auto di grossa cilindrata e refurtiva. Arrestati in tre
CERIGNOLA (FOGGIA) - Involucri con oltre 200 chili di hashish, numerose auto di grossa cilindrata e refurtiva, per un valore complessivo di circa 300.000 euro, sono stati trovati dai carabinieri a Cerignola che hanno inoltre arrestato tre persone. Si tratta di Arcangelo Brandonisio, di 44 anni, Pasquale Parabola, di 37, e Luigi Filannino, di 33.
A quanto è stato reso noto, da tempo i militari avevano posto sotto controllo il garage di un a palazzina a due piani alla periferia di Cerignola, in via Andorra, dopo la segnalazione di alcuni cittadini. Durante uno degli appostamenti hanno visto entrare una "Audi A3" sospetta: a quel punto hanno bloccato l'ingresso del garage e circondato l'intero immobile. Una volta fatta irruzione all'interno del locale i carabinieri hanno scoperto pacchi che contenevano sei involucri in tela con oltre 200 chili di hashish (non 300 chilogrammi come reso noto in un primo momento). Secondo le prime ipotesi investigative i tre stavano per trasportare la droga in un fondo agricolo attiguo al garage attraverso un foro praticato nella rete di recinzione per nascondere la sostanza stupefacente in una cisterna.
Sempre nel garage i militari hanno sequestrato otto cellulari e 15 carte sim risultate rubate, denaro contante e assegni per un valore di circa 50 mila euro, un timbro con la dicitura 'Dipartimento delle dogane 55', e alcune auto, tutte Audi, e una 'Porsche Cayenne Turbò del valore di 180mila euro risultata rubata ad Altamura (Bari) il 20 gennaio scorso. A quanto si è saputo, questa auto era ricercata dai militari da circa otto mesi perchè - secondo gli investigatori - sarebbe stata utilizzata per compiere azioni criminose.
Nel garage c'era anche refurtiva per un valore di 150mila euro: tra l' altro biciclette, scarpe da ginnastica, tute da sci, tavole da snow board, quintali di pasta, formaggi, casse di vino e champagne, quasi sicuramente rubati - secondo gli investigatori - su tir, in centri commerciali o in capannoni nel nord Italia.
I militari hanno perquisito anche le abitazioni dei tre arrestati e in casa di Filannino hanno sequestrato quattro pistole e otto fucili regolarmente denunciati, che l'uomo teneva essendo in possesso del porto d'armi per uso sportivo, e 1600 proiettili di vario calibro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione