Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:51

Pugliesi primi per mega-impianti fotovoltaici

E' la regione con il maggior numero di impianti superiori a 50 kW ((7 per una potenza totale di 5.671 kW) ammessi dal Gestore del sistema elettrico agli incentivi statali
BARI - E' la Puglia, con 7 impianti per una potenza totale di 5.671 kW, la regione con il maggior numero di impianti superiori a 50 kW ammessi dal Gestore del sistema elettrico all'incentivazione prevista dal Decreto del Ministro Scajola del 28 luglio del 2005. Seguono a ruota la Sicilia (6 impianti per una potenza totale di 3.523 kW) e la Calabria (4 impianti per una potenza totale di 3.260 kW).Lo ha reso noto il presidente del GRTN Carlo Andrea Bollino, intervenuto questa mattina a Roma alla presentazione del rapporto Enea. In totale, tra le 78 domande complessive pervenute, sono 43 gli impianti superiori a 50 MW risultati idonei e ammessi all'incentivazione.
La potenza complessiva ammessa all'incentivazione per gli impianti maggiori di 50 kW è risultata pari a 26 MW. Di conseguenza, per l'incentivazione di questa categoria di impianti restano ancora disponibili 14 MW di potenza che potranno essere assegnati alle domande presentate nei trimestri successivi.
Il Gestore del sistema elettrico-GRTN S.p.A, in qualità di «Soggetto Attuatore» per l'incentivazione degli impianti fotovoltaici, ha concluso l'esame delle domande relative al primo trimestre di incentivazione (domande inoltrate al GRTN entro il 30 settembre 2005) per gli impianti di potenza superiore a 50 kW e ha quindi comunicato l'esito ai soggetti titolari.
Le tariffe richieste dai soggetti responsabili degli impianti fotovoltaici maggiori di 50 kW ammessi all'incentivazione sono risultate comprese tra un valore minimo di 0,390 €/kWh e un massimo di 0,490 €/kWh corrispondente al valore massimo ammesso dal decreto.
Il Gestore del sistema elettrico - GRTN S.p.A., entro la fine dell'anno e come previsto dal suddetto decreto ministeriale, comunicherà agli altri Soggetti Responsabili gli esiti di tutte le domande d'incentivazione ricevute.
Il Ministro delle Attività produttive Claudio Scajola, inoltre, il 7 dicembre scorso ha firmato il secondo decreto che definisce gli incentivi per l'istallazione degli impianti fotovoltaici che amplia la potenza incentivabile portandola da 100 a 300 MW.
«Questo secondo bando - ha dichiarato Bollino - rafforza il ruolo di Soggetto Attuatore del Gestore del sistema elettrico che opera per promuovere tutte le azioni e campagne informative finalizzate a favorire la corretta conoscenza del meccanismo di incentivazione del solare fotovoltaico».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione