Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 13:13

Foggia - Abusi e violenze ai figli

I tre fratellini erano obbligati a mangiare pane ammuffito, a vivere in condizioni di estrema incuria, violentati ed obbligati a star zitti. Arrestati i genitori
Foggia - Abusi e violenze ai figli
FOGGIA - Agenti di polizia della questura di Foggia hanno arrestato una coppia di genitori con l'accusa di aver compiuto maltrattamenti, lesioni, abusi sessuali, minacce nei confronti dei loro figli, tre fratellini di 10, otto e quattro anni. L'operazione è stata compiuta dai poliziotti dell'Uficio minori della questura: hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip del tribunale di Foggia Lucia Navazio su richiesta del pm inquirente F.Buquicchio.

Gli agenti hanno accertato che i tre fratellini per lungo tempo hanno subito maltrattamenti di ogni genere: a quanto è stato reso noto, erano obbligati a mangiare pane ammuffito, a vivere in condizioni di estrema incuria, venivano malmenati ed erano costretti, con minacce a tacere e a non chiedere aiuto a nessuno. Anche quando uno dei bambini ha subito lesioni gravi, i piccoli non hanno denunciato chi era causa delle lesioni subite.
Gli investigatori della questura raccontano che i bambini sono stati obbligati a vivere nella sporcizia e a dormire in cantina fra i topi per punizione e anche costretti a subire abusi sessuali.

I bambini - riferiscono gli agenti - erano preda del terrore: la situazione è stata scoperta sono in conseguenza di un allontanamento dei piccoli dai genitori, adottato a scopo precauzionale per l'incuria denunciata dal servizio sociale nella quale i bambini erano tenuti. Dopo l'allontanamento, piano piano è venuta fuori una situazione ben più drammatica: con meticolosi accertamenti gli agenti di polizia hanno cercato riscontri a quel che stava emergendo al punto da indurre i magistrati all'emissione dei provvedimenti restrittivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione