Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 22:31

Molfetta - Il racket come eredità

Moglie e figlia di pregiudicato già in carcere stavano tentando di riprendere l'attività criminale dopo la disarticolazione del gruppo. Nel mirino i costruttori
BARI - La moglie e il figlio di uno dei presunti capi di una organizzazione malavitosa dedita alle estorsioni a Molfetta, in provincia di Bari, finito in carcere il 6 ottobre scorso insieme ad altre 15 persone, sono stati arrestati dai carabinieri perchè accusati di aver tentato di riprendere l'attività criminale dopo la disarticolazione del gruppo.
Si tratta di Angela Altizio, 48 anni, e di Domenico Laforgia, 31 anni, rispettivamente moglie e figlio di Michele La Forgia, detto 'Gamba di Legnò, considerato dagli inquirenti uno degli esponenti di spicco di una associazione a delinquere finalizzata alle estorsioni, ricettazione e furti. Nei loro confronti sono stati emessi provvedimenti di custodia cautelare dal gip del Tribunale di Trani Michele Nardi su richiesta del pm della Procura Giuseppe Maralfa.

Secondo quanto emerso dale indagini, madre e figlio avrebbero proseguito le estorsioni ai danni degli imprenditori edili di Molfetta, minacciando ritorsioni in caso di rifiuto, offrendo protezione ai cantieri di almeno 5 costruttori intimoriti dai precedenti penali di Michele La Forgia e dai collegamenti con la malavita.

Con l'imposizione di servizi di guardiania i due sono riusciti a spillare 800 euro a un imprenditore e hanno tentato di estorcere dai 350 ai 550 euro di quote mensili ad altri imprenditori. Le richieste sono rimaste inevase per l'intervento dei carabinieri e della magistratura. L'operazione 'By Pass' fu condotta in due riprese, a ottobre e novembre.

Nell'indagine fu coinvolto per favoreggiamento personale e voto di scambio anche Michele Palmiotti, presidente della «Molfetta Multiservizi». I militari rinnovano l'invito alla collaborazione ad altre eventuali vittime di richieste estorsive. Nell'ambito dell'inchiesta due persone sono state denunciate e un'altra arrestata per false dichiarazioni e favoreggiamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione