Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 02:28

Provincia di Foggia: zona «a nero»

Una persona denunciata e 246mila euro di evasione contributiva accertata è il risultato dell'operazione portata a termine dai Cc dell'Ispettorato del Lavoro
FOGGIA - Una persona denunciata e 246mila euro di evasione contributiva accertata è il risultato dell'operazione portata a termine dai carabinieri del Nucleo dell'Ispettorato del Lavoro di Foggia che hanno esaminato 43 posizioni lavorative di 4 aziende operanti nel capoluogo e in provincia, in particolare del settore commerciale, industriale, artigianale e turistico alberghiero. Per queste aziende gli uomini dell'Arma hanno accertato, dal 2002 al 2005, un'evasione contributiva Inps e Inail di oltre 246 mila euro.
Nel corso del blitz i carabinieri del Nil hanno scoperto che due aziende avevano omesso il versamento delle quote a carico dei lavoratori dipendenti per un totale di quasi 37mila euro, nonostante fossero trattenute sistematicamente dalle retribuzioni corrisposte ai lavoratori. Per questo, i titolari delle aziende sono stati diffidati al versamento di quanto trattenuto in busta paga. E proprio per questo reato i carabinieri hanno denunciato il titolare di un'impresa edile che aveva omesso di versare per 17 dipendenti una somma di circa 12mila euro. Inoltre sono stati anche regolarizzati diversi lavoratori occupati al nero delle aziende in questione.
Il blitz di questi giorni segue immediatamente un altro messo a segno, sempre dai carabinieri del Nucleo dell'Ispettorato del Lavoro di Foggia che nelle scorse settimane aveva controllato altre aziende, soprattutto del Gargano, scoprendo un'evasione contributiva di oltre 190mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione