Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 20:56

Moody's premia l'«economia» di Bari

In vista dell'emissione di titoli finanziari da parte del Comune, l'agenzia assegna un rating Aa3. L'assessore Boccia: superiore a quello della Regione. Enrico Letta (Margherita): risultato eccellente
ROMA - Moody's Investors Service ha assegnato un rating dell'emittente Aa3 in valuta domestica ed estera, con prospettive stabili, al Comune di Bari. Il rating è sostenuto dalle solide performance del bilancio corrente, dalle dinamiche di spesa sotto controllo, nonchè da una potenziale buona flessibilità sul fronte delle entrate. Inoltre, il livello di indebitamento del comune è moderato, nel contesto di una gestione del debito tradizionalmente statica che è attesa evolvere verso un approccio più dinamico. Moody's aggiunge che il rating il rating Aa3 considera anche una certa pressione proveniente dalle aziende participate ed il debole contesto socioeconomico locale.
L'agenzia di rating evidenzia i buoni e stabili margini correnti del Comune di Bari dovuti ad una crescita delle entrate proprie - guidata da alcuni recuperi sui due tributi principali (Ici e Tarsu) - che ha compensato la dinamica dei trasferimenti correnti. Il comune è stato anche in grado di mantenere la spesa corrente sotto controllo, in linea con le dinamiche d'entrata. Tuttavia, la struttura della spesa corrente rimane relativamente rigida ed offre limitati margini di riduzione, in caso di necessità. La città dispone di una buona flessibilità sui tributi locali, per le basse aliquote applicate. Tuttavia, Moody's ritiene che questo margine sia potenzialmente limitato dai vincoli di di spesa imposti a livello centrale e dal debole contesto socioeconomico locale, che evidenzia un alto livello di evasione. La gestione di cassa del comune appare bilanciata e non manifesta particolari tensioni di liquidità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione