Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 05:53

Bari - Arte e gioielli è «Signs 2005»

Dopo il successo dell'edizione dello scorso anno, l'arte orafa di Mossa Gioiellieri incontra lo stile fantastico delle acqueforti di Chagall in un grande evento d'arte e cultura
collier diamantiBARI - In uno scenario da sogno, una lussuosa dimora resa già nel '500 meta di letterati, artisti e potenti uomini di corte, grazie alla duchessa Isabella D'Aragona, oggi edificio della Soprintendenza ai Beni architettonici storici e artistici della Puglia, accoglierà la seconda edizione di Signs 2005.
Mossa Gioiellieri hanno organizzato con inaigurazione il 2 dicembre prossimi ben due mostre aperte al pubblico: «Signs 2005», la più aristocratica delle mostre di alta gioielleria e orologeria d'Italia e «Chagall. Fiaba e destino», la mostra di acqueforti dell'omonimo artista russo.

Un evento a carattere nazionale, una serata di gala, alla quale presenzierà il jetset barese e nazionale oltre ad autorità locali ed esponenti del mondo della cultura e dell'arte. Faranno da padroni di casa i preziosi firmati Mossa Gioiellieri, pezzi unici e rari che per l'occasione saranno custoditi in teche di cristallo per poter essere ammirati da tutti gli ospiti. Affascinanti modelle avranno l'onore di indossare alcuni pezzi della nuova collezione Mossa.
Fra le varie novità sarà presente anche il famoso Collier De Scene, composto da circa 100 diamanti taglio Regent Cut dal colore unico, una proposta per i nababbi arabi, che per una volta sarà in bella mostra nel nostro Paese (circa €220.000).

Dal 3 al 4 dicembre l'esposizione di gioielli sarà aperta dalle ore 10.00 alle 18.00 presso la sala Angioina e Bona del Castello Svevo.

Pezzi unici e rari anche le Acqueforti della mostra «Chagall. Fiaba e destino», un regalo che Mossa Gioiellieri intende fare alla città di Bari. L'esposizione di Chagall, realizzata in collaborazione con la Fondazione Stelline di Milano, sarà aperta al pubblico dal 3 dicembre 2005 al 5 febbraio 2006 nella "Gipsoteca" del Castello Svevo (costo del biglietto 2 euro). Le 100 opere più importanti della "Trilogia", uno dei cicli di incisioni più significativi di tutto il secolo passato, raccontano lo stile fantastico e l'umanità di Chagall. Un percorso artistico che illustra con toni contrastanti la condizione umana, così fragile e preziosa allo stesso tempo.

I giorni 3 e 4 dicembre, per tutti coloro che vorranno visitare le due mostre l'ingresso sarà completamente gratuito, un omaggio di Mossa Gioiellieri.

Viviana Mossa, responsabile comunicazione dell'azienda di famiglia afferma: «Saper unire l'aspetto commerciale a quello culturale è la filosofia di Mossa Gioiellieri. Un binomio vincente che, oltre a dare prestigio alla casa orafa, pone la Regione Puglia al centro del palcoscenico culturale nazionale».
Il Soprintendente ai Beni Architettonici e Culturali, l'Arch. Marcello Benedettelli, dichiara inoltre: «A Bari, iniziative di questo tipo non possono che essere accolte e accettate con grande entusiasmo. La nostra città ha bisogno di esempi come quello della famiglia Mossa che ha saputo creare momenti culturali aperti a tutti i cittadini».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione