Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 16:53

Discarica d'auto tra gli ulivi

Su un terreno di 4.000 metri quadrati sequestrato dalla GdF a Binetto (Bari) trovati rifiuti speciali. Denunciato l'agricoltore, forse contaminato il suolo
BINETTO (BARI) - Centinaia di autovetture da rottamare, accatastate una sull'altra, pneumatici usurati, vecchie batterie per veicoli, motori vetusti, radiatori per caloriferi, motocicli, bidoni arrugginiti con oli esausti: c'erano tutti questi rifiuti speciali tra i numerosi alberi di ulivo secolari che sorgono sul terreno di 4.000 metri quadrati sequestrato da militari della Guardia di Finanza a Binetto (Bari).
Dopo aver denunciato a piede libero l'agricoltore che aveva la disponibilità dell'area, i militari hanno avviato indagini per identificare i proprietari delle autovetture abbandonate, al fine di contestare loro le sanzioni previste dalla normativa ambientale.
Secondo i militari, «vi è la possibilità che nel sottosuolo e nelle acque superficiali e sotterranee siano presenti sostanze altamente contaminanti, tali da determinare un pericolo per la salute pubblica e per l'ambiente naturale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione