Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 17:51

Latitante foggiano preso in pasticceria

Michele Leggieri era sfuggito nel 2004 al blitz dei carabinieri contro il clan Romito-Libergolis della mafia garganica. Catturato in Belgio dove si nascondeva
FOGGIA - Un latitante ritenuto elemento di spicco della criminalità garganica è stato arrestato in Belgio dai carabinieri del comando provinciale di Foggia, in collaborazione con l'Interpol e la Polizia belga. Si tratta di Michele Leggieri, già sfuggito a un tentativo di cattura nel giugno 2004.
Michele Leggieri, di 37 anni, era sfuggito nel 2004 al blitz dei carabinieri che aveva inflitto un duro colpo ai clan Romito e Libergolis nella cruenta faida della mafia garganica. I carabinieri del comando provinciale di Foggia lo hanno induividuato mentre stava acquistando una torta e altri dolci in un esercizio commerciale a Mons, in Belgio, al confine con la Francia.

Si suppone che Leggieri abbia trascorso la latitanza prima in Francia quindi in Belgio dove è stato arrestato in collaborazione con l'Interpol e la polizia belga. Da una settimana i carabinieri erano sul posto per ricercarlo. Leggieri credeva di essere ormai al sicuro ed è rimasto interdetto quando i militari in borghese si sono presentati e lo hanno fermato. Stava anche studiando l'inglese, un dettaglio che potrebbe indicare la scelta di risiedere all'estero definitivamente, in Belgio o in qualche altro Paese, e di non fare più ritorno in Puglia dove era ricercato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione