Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 11:29

Il pizzo per mantenere i detenuti

Due coppie di conviventi bitontini avrebbero preteso da un imprenditore del Barese una tangente da 50mila euro, altrimenti erano minacce e violenze
BITONTO (BARI) - Per sostenere le famiglie dei loro amici detenuti due coppie di conviventi avrebbero preteso da un imprenditore del Barese una tangente da 50mila euro, e per ottenere il danaro avrebbero minacciato attentati dinamitardi e pestaggi.
Con l'accusa di estorsione in concorso tre persone sono state arrestate in flagranza di reato dalla polizia a Bitonto, nel Barese. Si tratta dei pregiudicati Nicola Naglieri, di 25 anni, di Gaetano Murgolo, di 33, e delle convivente di quest'ultimo, Angela Saracino, di 25 anni. La convivente di Naglieri è stata invece denunciata a piede libero.
Le indagini del commissariato di polizia di Bitonto e della squadra mobile della questura di Bari, sono cominciate nei mesi scorsi dopo la denuncia dell'imprenditore taglieggiato che ha raccontato ai poliziotti le minacce subite dal quartetto di malfattori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione