Domenica 22 Luglio 2018 | 07:18

L'agricoltura va male? Il Barese punta sulla marija

La Guardia di Finanza di Molfetta (Bari) ha denunciato cinque persone (ex braccianti agricoli), accusate di coltivare marijuana in serre di Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi e Bitonto. Impiegando le stesse tecniche di coltivazione, irrigazione, concimazione e raccolta, usate in Albania, avrebbero ottenuto anche due raccolti nel corso dell'anno solare. Per la GdF si occupavano anche della vendita e avrebbero intascato oltre un milione e mezzo di euro
BITONTO (BARI) - Ammontano a oltre un milione e mezzo di euro i proventi accumulati - secondo indagini della Guardia di Finanza di Molfetta (Bari) - da un gruppo criminoso di Bitonto che coltivava e spacciava marijuana.
I militari, che hanno denunciato cinque persone per riciclaggio di danaro "sporco", hanno accertato che i proventi dell'attività illecita erano stati in parte depositati su conti correnti e libretti di deposito intestati a famigliari, amici e prestanomi dei componenti dell'organizzazione, scoperta alcuni mesi fa, e in parte reinvestiti in abitazioni e terreni.
Gran parte delle persone aderenti al gruppo criminoso era costituita da ex braccianti agricoli, che coltivavano marijuana in numerose serre in disuso tra le campagne di Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi e Bitonto, nel nord barese, e che erano riusciti ad ottenere - mediante un sistema di coltivazione, irrigazione, concimazione e raccolta della sostanza stupefacente utilizzato in Albania - anche due raccolti nel corso dell'anno solare. La marijuana veniva quindi fatta essiccare e conservata in celle frigorifere interrate nei fondi adibiti alla coltivazione. La stessa organizzazione - sempre secondo gli investigatori - provvedeva anche alla commecializzazione della droga.
Nel corso delle indagini, protrattesi per circa due anni, sono state sequestrate numerose piantagioni e diversi quintali di sostanza stupefacente, oltre ad alcuni fucili a pompa e kalashnikov.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS