Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 04:10

Nubifragi: linea treni bloccata per almeno una settimana

Ci vorranno «non meno di otto giorni» per ripristinare la linea Bari-Taranto, tra le stazioni di Acquaviva delle Fonti e Santeramo in Colle (Bari), dove è deragliato un Eurostar a causa del maltempo
BARI - Ci vorranno «non meno di otto giorni» per ripristinare la linea Bari-Taranto tra le stazioni di Acquaviva delle Fonti e Santeramo in Colle (Bari) dove l'altra notte un violento nubifragio ha provocato il cedimento di un terrapieno e il deragliamento dell'Eurostar 9410 Taranto-Milano. Trenta passeggeri sono rimasti feriti. Lo si è appreso da fonti delle Ferrovie dello Stato.
Domattina, infatti, cominceranno i lavori di rimozione delle 14 carrozze (compresi i due locomotori) che saranno sollevate e caricate su mezzi speciali da una gru in grado di sollevate fino a 100 tonnellate. Il solo locomotore di coda, che è in parte pencolante sull'enorme voragine creata dall'acqua, pesa infatti 64 tonnellate. Prima di procedere alla rimozione - spiegano fonti delle Fs - è necessario compiere interventi per stabilizzare la gru e creare una via stradale per accedere nella zona. Oggi, dopo aver ricevuto il via libera dalla Procura di Bari, che ieri aveva sottoposto a sequestro il treno, i binari e parte della massicciata, gli operai delle Fs hanno cominciato a rimuovere i cavi elettrici della linea per evitare ostacoli alle manovre della gru.
Sul deragliamento dell'Eurostar e sui lavori di ripristino della linea (circa un chilometro) si è svolta a Bari una riunione a cui hanno partecipato dirigenti di Rfi, di Trenitalia e il direttore compartimentale infrastrutture di Rfi, Pasquale Borelli. I dirigenti valuteranno in una riunione che si terrà domani se costruire una struttura alternativa al posto del terrapieno che è stato spazzato via dalle acque.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione