Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 15:41

Taranto - Sfruttava disabile di 66 anni

Brindisino - pregiudicato - di 41 anni arrestato dai Carabinieri per aver costretto alla prostituzione l'anziana, in una vera e propria "casa degli orrori"
TARANTO - Faceva prostituire una donna disabile di 66 anni, ma i Carabinieri di Taranto sono riusciti a porre fine all'orribile vicenda. È stato un Carabiniere di quartiere della Compagnia di Taranto a fornire ai colleghi le prime indicazioni sulla particolare situazione di degrado che colpiva una donna anziana, con un probabile triste passato di prostituzione alle spalle, colpita anni fa da una grave malattia che l'aveva segnata per sempre, paralizzandole circa metà del corpo.
Da questo sono partiti nelle loro indagini i Carabinieri di Leporano, scoprendo che la donna veniva frequentemente avvicinata da un uomo di 41 anni di origini brindisine, già coinvolto in precedenti vicende di prostituzione.
I militari hanno seguito l'uomo, scoprendo che ogni giorno accompagnava la disabile in un casolare diroccato, nei pressi di una strada denominata "circummarpiccolo", che costeggia le due grandi insenature marine che portano il Mar Jonio sin nel cuore della campagna tarantina.
L'aguzzino parcheggiava la propria auto nei pressi della "casa degli orrori", all'interno della quale conduceva la donna, costretta ad appoggiarsi a lui perché non autosufficiente nei movimenti. La sistemava su una sedia di plastica e si allontanava di poco, nascondendosi lì vicino per osservare cosa accadeva, mentre una sedia di plastica sistemata da lui sul ciglio della strada richiamava i clienti.
Dopo i molti pedinamenti e e gli appostamenti che hanno consentito agli investigatori di ricostruire la drammatica vicenda, l'uomo è stato arrestato dai Carabinieri di Leporano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione