Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 02:25

Si cerca ancora l'andriese scomparso

Proseguono le ricerche dell'anziano disperso la settimana scorsa. Richiesto anche l'intervento del Club alpino italiano e di un'Unità cinofila giunta dalla Basilicata per l'esplorazione subacquea e di superficie del litorale barlettano
sub A partire dal 12 ottobre, anche il Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico, allertato dal Comune di Andria e dalla Protezione Civile, ha preso parte alle ricerche relative alla scomparsa dell'uomo di 72 anni avvenuta alla fine della scorsa settimana nel territorio del Comune di Andria.
Un primo intervento di due squadre di ricerca è avvenuto in superficie, lungo gli argini del canalone "Ciappetta-Camaggio", in aiuto dei Vigili del Fuoco che lo percorrevano già dal giorno precedente. ricerca
In tarda mattinata la ricerca si è spostata nel territorio del Comune di Barletta, dove il canale sfocia in mare, con immersioni svolte dai tecnici della squadra Speleosub giunti appositamente dal Salento con uno speciale scooter subacqueo, nell'ipotesi che con il verificarsi delle piene dovute alle precipitazioni dei giorni scorsi, il corpo del disperso possa essere stato trasportato dalle acque fino in mare. Nel tardo pomeriggio e dopo l'imbrunire, è stato condotto un ulteriore intervento di esplorazione in superficie lungo lo stesso canalone, a partire dal luogo dove il disperso è stato avvistato per l'ultima volta prima della sua scomparsa.sub
In seguito all'esito negativo delle ricerche, l'Amministrazione comunale di Andria ha richiesto l'intervento urgente dell'Ucrs (Unità cinofila per ricerca di superficie), struttura specializzata del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, di cui sono dotate le regioni Basilicata e Calabria, che venerdì 14 ottobre dalle ore 9 ha proseguito le ricerche nelle zone limitrofe il canale, a partire dal punto in cui il disperso è stato avvistato per l'ultima volta prima della scomparsa, nei pressi del canalone Ciappetta-Camaggio situato nella periferia della città di Andria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione