Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 10:55

Futuro che sa di antico per fiera di Gravina

La prima edizione della fiera di Gravina risale al 1294, ora si sta cercando tra enti locali di salvarne l'istituzione «vestendola a nuovo» secondo le necessità del mercato
GRAVINA (Ba) - Tutti insieme per delineare il futuro dell'antichissima Fiera di Gravina. Regione Puglia, Provincia di Bari, Camera di Commercio , Fiera del Levante e Comune di Gravina hanno sottoscritto l'atto di intenti per la costituzione dell'Ente Fiera di Gravina che dovrà avere il compito di introdurre sistemi manageriali per la gestione della struttura fieristica della città murgiana. Attorno al tavolo convocato dal Sindaco di Gravina, Rino Vendola, si sono trovati il Vice presidente della provincia di Bari Onofrio Sisto, l'assessore provinciale Sante Giordano, il consigliere regionale Michele Ventricelli, il Segretario generale della Fiera del Levante Gianni Tursi ed il vice segretario della Camera di commercio di Bari, Raffaele Vastano. Per accelerare i tempi, visto che la fiera si svolge in primavera, è stato deciso di creare un tavolo tecnico con il compito di predisporre tutti gli atti propedeutici alla costituzione della società, probabilmente sotto forma di società per azioni, che dovrà gestire le strutture dell'area fieristica di Gravina oltre che organizzare manifestazioni fieristiche ed eventi culturali che possano attirare gli interessi di operatori economici e di visitatori.

«Il mercato per una fiera moderna, capace di rispondere agli interessi delle comunità pugliesi, insomma, c'è - sottolinea il sindaco di Gravina, Rino Vendola - e senza che soccomba la storia, visto che la Fiera di Gravina risale al 1294. Capisco le ragioni del mercato, e per questo vogliamo il contributo e l'esperienza a livello europeo della Fiera del Levante e ritengo che sia altrettanto importante far crescere la pugliesità, e quindi il raccordo con la Regione Puglia è fondamentale per il futuro della Fiera di Gravina che proprio in sintonia con la nuova politica regionale in materia di fiere, punterà su manifestazioni specializzate e fortemente innovative per il Mezzogiorno». Nei primi giorni di novembre si riunirà il nucleo tecnico che esaminerà tutti gli aspetti propedeutici alla creazione dell'Ente Fiera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione