Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 22:48

Bari - Preparavano agguato: arrestati

Affiliati al clan mafioso locale degli Strisciuglio, al momento dell'irruzione dei poliziotti avevano indosso giubbotti antiproiettile e si stavano armando
BARI - Erano riuniti in un appartamento e si apprestavano - secondo la polizia - a compiere un agguato di tipo mafioso: agenti della squadra mobile della questura di Bari hanno arrestato alcune persone, tutte ritenute affiliate al clan Strisciuglio. Al momento dell'irruzione dei poliziotti - a quanto è stato reso noto - avevano indosso giubbotti antiproiettile. E' accaduto nelle prime ore di oggi, nell' ambito di indagini avviate dopo il furto di una motocicletta di grossa cilindrata.

Le persone arrestate sono Michele Salvatore, di 22 anni, Francesco Calabrese, di 19, Sebastiano Armenise, di 28, e Nicolantonio Losacco, di 19, gli ultimi tre con precedenti penali. Calabrese e Armenise sono entrambi ritenuti dagli investigatori affiliati al clan Strisciuglio.

Le indagini sono state avviate dopo che un giovane di 24 anni, ha denunciato al 113 che alcuni sconosciuti, a bordo di una Citroen C3 di colore scuro, lo avevano bloccato ad un semaforo e, puntandogli contro una pistola, lo avevano obbligato a scendere dalla moto, una Ducati 750, e a consegnarla loro.
Gli investigatori hanno avviato le ricerche per rintracciare la Citroen e l'hanno trovata parcheggiata nel quartiere periferico di San Girolamo sotto uno stabile dove - sulla base di attività investigative precedenti - gli investigatori sapevano che abitava un uomo con numerosi precedenti penali, affiliato al clan Strisciuglio. Hanno predisposto un servizio di appostamento e poco dopo hanno visto scendere per strada il proprietario della vettura, Michele Salvatore, che è stato bloccato: hanno fatto quindi irruzione nell'appartamento e vi hanno trovato gli altri tre uomini che indossavano tutti giubbotti antiproiettili. Il proprietario dell'immobile invece non era in quel momento in casa.

All'arrivo dei poliziotti qualcuno dall'appartamento ha buttato per strada una pistola calibro 9 corto, completa di caricatore: in casa sono stati trovati 4.46 grammi di hascisc e 1.80 di cocaina che, secondo gli investigatori, servivano per uso personale. Poco dopo, durante ulteriori controlli, la polizia ha trovato parcheggiata nel cortile interno dello stabile la Ducati 750 rapinata.
Proseguono le indagini per chiarire quale fosse l'obiettivo della riunione dei quattro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione