Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 05:25

Grande Punto, accordo sui turni a Melfi

Si lavorerà su 17 turni alla settimana e mai di domenica: un accordo in tal senso è stato raggiunto a Potenza fra la Fiat e le organizzazioni sindacali
POTENZA - Nella fabbrica di Melfi (Potenza) della Fiat - la principale fra le due dove si costruisce la Grande Punto - si lavorerà su 17 turni alla settimana e mai di domenica: un accordo in tal senso è stato raggiunto a Potenza fra la Fiat e le organizzazioni sindacali (Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Fismic, Failms e Ugl).
L' intesa, che dovrà essere perfezionata con accordi su altri temi e dovrebbe essere sottoposta nei prossimi giorni all' assemblea dei circa cinquemila operai della fabbrica, accoglie in pieno le richieste dei sindacati (contrari al 18/o turno, che sarebbe dovuto cominciare la sera della domenica, alle ore 22.00) ma non dispiace del tutto alla Fiat, che aveva proposto 18 turni fino all' aprile del 2006, per rispondere adeguatamente alle richieste di marcato della Grande Punto, che è nella fase di lancio.
L' accordo raggiunto a Potenza prevede l' avvio di tre tipi di turni diversi (40 ore di lavoro per quello di notte, 48 ore per il primo turno e 32 per il secondo), con un sistema di riposi cosiddetto "a due giorni a scorrimento". Nelle scorse settimane, dopo l' avvio del confronto fra azienda e sindacati e mentre veniva presentata la Grande Punto (accompagnata dalla richiesta dei dirigenti della Fiat, resa esplicita proprio a Melfi, dei 18 turni settimanali e quindi del lavoro a partire dalla sera di domenica), il grippo torinese aveva consegnato agli operai i nuovi prospetti dei turni, istituendo quello della sera di domenica. Una decisione giudicata "unilaterale" dai sindacati, che hanno proclamato due scioperi - riusciti - proprio nelle ultime due domeniche, abbandonando anche la trattativa, ripresa all' inizio della settimana e approdata all' accordo.
L' intesa raggiunta fra le parti, comunque, ha lasciato aperta la richiesta della Fiat di stabilire un periodo «temporaneo» durante il quale lavorare a Melfi su 18 turni. Lo hanno confermato stamani fonti del gruppo torinese.
Secondo la Fiat, infatti, è necessario - in considerazione delle attese del mercato sulla Grande Punto - lavorare di più a Melfi per rispondere alle richieste dei clienti. Superata tale fase - che, anche secondo alcuni sindacati, potrebbe durare fino alla fine del 2005 - nella fabbrica lucana si lavorerà in via definitiva su 17 turni settimanali.
Del 18/o turno temporaneo, quindi, Fiat e sindacati cominceranno a parlare negli incontri previsti per domani o all' inizio della prossima settimana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione