Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 18:22

Bari - Ucciso fratello capoclan dopo litigio

Tra ieri sera e questa mattina diverse persone sono state condotte in caserma e sottoposte ad interrogatorio come persone informate dei fatti
BARI - E' stato ucciso con tre colpi di pistola calibro 9 sparati quasi certamente da un solo killer il pluripregiudicato Amleto Mercante, di 48 anni, fratello del capoclan barese Giuseppe. Lo hanno accertato i carabinieri che indagano sul delitto avvenuto ieri sera in via Liguria, zona al confine tra il rione San Paolo di Bari, feudo del clan, e il Comune di Modugno.
Tra ieri sera e questa mattina diverse persone sono state condotte in caserma e sottoposte ad interrogatorio come persone informate dei fatti. Le indagini sono coordinate dal pm di turno della Dda di Bari, Domenico Seccia, che sta verificando se il delitto sia ricollegabile ad un regolamento di conti in atto tra il clan Mercante-Diomede e altre famiglie mafiose della zona o, come sembra più probabile, ad un litigio per motivi banali non riconducibile alla faida in corso. Negli ultimi tempi la vittima - fanno notare gli investigatori - non era vicina a clan mafiosi locali.
L'agguato è avvenuto davanti ad un circolo Acli, dove il pregiudicato si tratteneva ogni giorno per giocare a carte, a pochi passi dalla sua abitazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione