Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 00:28

La Giornata nazionale della speleologia

Si è svolta a Castellana Grotte dal 23 al 25 settembre. È stata animata da Legambiente e dalla Società speleologica italiana. Lezioni, visite e attività ecologiche con i ragazzi delle scuole elementari e medie, con la collaborazione del Comune
CASTELLANA GROTTE - L'annuale edizione della Giornata nazionale della speleologia - dal 23 al 25 settembre - è stata caratterizzata dalla cooperazione tra Legambiente, una delle più note tra le associazioni per la difesa dell'ambiente in Italia, e la Società speleologica italiana, l'associazione nazionale di riferimento per l'esplorazione e la documentazione del mondo ipogeo.
Come nelle precedenti edizioni, anche quest'anno il Gruppo Puglia Grotte ha celebrato la ricorrenza con interessanti iniziative.

23 settembre
La mattina è stata organizzata una lezione multimediale su "Ecologia e inquinamento delle aree carsiche" presso il Museo speleologico Franco Anelli, a cura di Enza Montenegro del Gruppo Puglia Grotte; vi hanno partecipato oltre quaranta alunni della scuola media inferiore "Silvia Viterbo" di Castellana Grotte, accompagnati dai loro insegnanti.

25 settembre
La mattina è stata dedicata alle scuole elementari castellanesi; gli speleologi del Gruppo Puglia Grotte hanno assistito i piccoli volontari della scuola elementare "Giacomo Tauro" di Castellana Grotte nella pulizia dell'area sommitale delle "Gravinelle", una cavità carsica in pieno centro cittadino assediata da ogni genere di rifiuto; l'iniziativa è stata curata da Domenico Sgobba, del Gruppo Puglia Grotte, e da Giuseppe Romanazzi, di Legambiente Circolo di Putignano; le opportune protezioni igieniche sono state messe a disposizione dal Comune di Castellana Grotte il quale, accogliendo l'invito congiunto di Legambiente e della Società Speleologica Italiana, ha aderito all'iniziativa nazionale.
Inoltre, Pino Pace del Gruppo Puglia Grotte ha tenuto un interessante momento formativo sulle "Inondazioni storiche a Castellana Grotte", concluso dalla distribuzione di alcune pubblicazioni messe a disposizione dal Comune di Castellana Grotte sul tema delle alluvioni nella cittadina; in seguito, Pino Pace ha condotto la visita del tratto ipogeo dal Canalone sino a voragine di San Jacopo; si sono dichiarati affascinati dalla monumentale struttura del Canalone - costruita all'inizio del Novecento per controllare il deflusso delle acque meteoriche - i numerosi partecipanti all'escursione.
In contemporanea alla visita del Canalone ed alla pulizia dell'area sommitale delle Gravinelle, gli speleologi del Gruppo Puglia Grotte ed altri speleologi volontari hanno dato luogo alla spettacolare pulizia delle "Gravinelle"; l'iniziativa, curata da Domenico Sgobba del Gruppo Puglia Grotte, ha prodotto l'asportazione dal fondo della cavità carsica di oltre 200 kg di rifiuti ferrosi.
La coordinatrice dell'iniziativa per il Gruppo Puglia Grotte, Daniela Lovece, ha ringraziato tutti coloro che si sono adoperati per la buona riuscita dell'iniziativa; in particolare, tutti i soci del Gruppo Puglia Grotte, i responsabili dell'ufficio scuola del Comune di Castellana-Grotte, i volontari del Corpo nazionale di soccorso alpino e speleologico 7° Gruppo Puglia Basilicata, i membri di Legambiente Circolo di Putignano, la scuola elementare "Giacomo Tauro", la scuola elementare "Andrea Angiulli" e la scuola media inferiore "Silvia Viterbo" di Castellana-Grotte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione