Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:47

Duro colpo a «bazar della droga» in Salento

I carabinieri acciuffano 36 presunti appartenenti a una organizzazione criminale, dedita allo spaccio di ogni tipo di droga, che operava tra Galatina e Aradeo
GALATINA (LECCE) - Dalle prime ore di stamane i carabinieri stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 36 presunti appartenenti a una organizzazione criminale, dedita allo spaccio di ogni tipo di droga, che operava tra Galatina e Aradeo. L'operazione è condotta dai militari del nucleo operativo di Gallipoli, che avrebbero ormai eseguito quasi tutti gli arresti.
L'ordinanza è stata emessa dal gip del Tribunale di Lecce Vincenzo Scardia, che ha accolto la richiesta del procuratore aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce Cataldo Motta e del pubblico ministero Nicola D'Amato, della Procura Distrettuale antimafia.
Tutti gli indagati devono rispondere di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, reato per il quale sono indagate anche altre due persone, tra cui una minorenne, alle quali sono state notificate informazioni di garanzia. Altre 15 persone, tutte tossicodipendenti, sono state denunciate a piede libero con l'accusa di favoreggiamento.
I fatti si riferiscono all'attività criminale svolta negli ultimi mesi del 2002, periodo in cui i carabinieri del Nor di Gallipoli e della caserma di Aradeo cominciarono a indagare su un'organizzazione criminale che spacciava la droga. Attività che - è stato accertato - veniva svolta con una particolare precauzione: dose per dose, in modo da evitare l'eventuale accusa di detenzione per fini di spaccio di sostanza stupefacente.
Ai vertici dell'associazione era Antonio Bianco, di 32 anni, residente a Noha, frazione di Galatina, presunto affiliato al clan Coluccia, già arrestato nel febbraio dello scorso 2004 dai carabinieri del Ros nell'operazione Grifone, attualmente libero. Con lui operavano suo fratello Giancarlo, di 27 anni, e Osvaldo Graziano Giustizieri, di 26 anni, di Aradeo. I tre, insieme ad altri pregiudicati di rango, si preoccupavano dell'approvvigionamento della droga, per poi affidarne il compito della distribuzione al dettaglio ad altri meno esperti.
All'operazione, che sta anche interessando altri centri, Cesena (Forlì), Larino (Campobasso) e Varese sono impegnati circa 250 carabinieri, unità cinofile giunte da Bari e da Napoli ed elicotteri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione