Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:50

Coca e armi, sgominato clan appulo-toscano

Blitz dei Cc di Firenze in Puglia: arrestate 9 persone, sequestrati 16 chili di cocaina; coinvolti anche un ex-collaboratore di giustizia ed il suo avvocato
FIRENZE - Arrestate 9 persone e sequestrati 16 chili di cocaina, armi e munizioni; coinvolti anche un ex-collaboratore di giustizia ed il suo avvocato. E' il bilancio di una operazione conclusa, questa notte, in Puglia dai Carabinieri di Firenze. Le indagini, coordinate dalla Procura di Firenze e riguardanti un traffico internazionale di stupefacenti - spiega una nota - si sono concluse all'interno di una masseria nelle campagne tra Trinitapoli e Cerignola. Qui i militari, alle prime luci dell'alba, hanno sorpreso 5 persone, delle quali quattro pluripregiudidate, in flagranza di spaccio di 16 Kg. di cocaina, verosimilmente provenienti dalla Spagna. Nel corso dell'operazione c'è stato anche un conflitto a fuoco con uno dei malviventi, arrestato poi dai militari, senza alcun ferito. I CC hanno quindi eseguito, a Milano, Salerno e Napoli, tre fermi e l'arresto di una quarta persona.
Sono stati infatti sottoposti a fermo, con l'accusa di traffico internazionale di stupefacenti, un imprenditore di pompe funebri ed un commerciante di auto di Milano, entrambi con precedenti specifici, ed un pregiudicato di Napoli Bosco Reale, già arrestato per traffico di droga. E' stato infine arrestato un avvocato di Salerno, che fungeva da tramite tra un esponente della Sacra Corona Unita, detenuto e già collaboratore di giustizia - anch'egli denunciato - ed i trafficanti esterni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione