Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 21:03

Convegno internazionale per tutelare i pini

Si svolgerà dal 26 al 30 settembre nel campus dell'Istituto agronomico mediterraneo di Bari del Ciheam, a Valenzano, con la collaborazione dell'Università della Basilicata. Nel programma,venerdì visita al Parco del Gargano
BARI - Gli incendi, le aggressioni di parassiti, l'erosione delle coste e il degrado dei suoli sono le maggiori minacce per le pinete che caratterizzano il paesaggio mediterraneo e costituiscono un patrimonio forestale di enorme valore. Definire le linee guida per tutelare, conservare e gestire le pinete è l'obiettivo di "Medpine 3", il convegno internazionale organizzato dall'Università della Basilicata e dall'Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari del Ciheam, che si svolgerà dal 26 al 30 settembre nel campus dell'Iam, a Valenzano, con il patrocinio dei ministeri delle Risorse agricole e forestali e dell'Ambiente e tutela del territorio, dell'Accademia italiana di scienze forestali, dell'Accademia dei Georgofili e di Federparchi.

A dare il benvenuto a ricercatori, studiosi, scienziati ed esperti provenienti da Francia, Sud Africa, Italia, Grecia, Spagna, Albania, Cina , Israele, Canada e Algeria, alle ore 9.30 di lunedì, sarà il direttore dell'Iam, Cosimo Lacirignola. Seguiranno i saluti di Ivana Greco, preside della facoltà di agraria dell'Università della Basilicata, Vittorio Marzi, presidente della sezione sud-orientale dell'Accademia dei Georgofili, e Fiorenzo Mancini, presidente dell'Accademia Italiana di Scienze Forestali. Ad aprire ufficialmente i lavori sarà Vittorio Leone, ordinario di selvicoltura dell'Università della Basilicata. "L'impatto dell'uomo sulle foreste di pino" è il tema della relazione introduttiva di Dave Richardson dell'Università di Stellenbosch (Sud Africa), esperto mondiale di Ecologia e Biogeografia del genere Pinus. Seguiranno otto sessioni di lavoro dedicate alle complesse problematiche dell'ecologia forestale, delle conseguenze degli incendi, della ricostituzione, della conservazione e della gestione delle pinete.

Giovedì e venerdì i convegnisti visiteranno il Parco Nazionale del Gargano, ove si trovano le più importanti formazioni naturali di Pino d'Aleppo sul territorio italiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione