Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 11:04

Taranto - «Costituite la fondazione Magna Grecia»

E' l'esortazione e l'impegno assunto dal sottosegretario alla giustizia Luigi Vitali che ha inaugurato oggi la 45/a edizione del convegno internazionale di studi
TARANTO - «Costituite la fondazione e sicuramente il governo sarà vicino, nei limiti della situazione congiunturale, facendo sentire la sua presenza tangibile per far proseguire in futuro il convegno». E' l'esortazione e l'impegno assunto dal sottosegretario alla giustizia Luigi Vitali che ha inaugurato oggi la 45/a edizione del convegno internazionale di studi sulla Magna Grecia. Il convegno è dedicato quest'anno all'antica città di Velia, nel Tirreno meridionale, che corrisponderebbe, secondo le ricerche, alla attuale Ascea, in provincia di Salerno.
Con la fondazione si dovrebbe sopperire alle difficoltà, soprattutto economiche (debiti per 250mila euro, ridottisi grazie ad un assegno di 50mila euro consegnato proprio oggi dal Comune di Taranto), dell'Istituto per la storia e l'archeologia della Magna Grecia, che organizza il convegno insieme a Regione Puglia, Comune e Provincia di Taranto, Camera di commercio e Azienda di promozione turistica.

«La creazione della fondazione - ha detto ancora Vitali - potrà servire a colmare la lacuna della mancanza di finanziamenti nazionali di cui ha sofferto fino ad ora il convegno». Della fondazione, la cui costituzione dovrebbe essere ratificata nel giro di poche settimane, faranno parte enti locali, Camera di commercio, lo stesso Istituto per la Magna Grecia e una serie di associazioni.
«La cultura è portatrice di turismo - ha ricordato l'assessore regionale al Turismo, Massimo Ostillio - così come la fruizione di percorsi culturali porta anche benefici sul piano economico. E' importante recuperare ed acquisire coscienza delle proprie radici culturali, perchè questo può avere ricadute importanti sul nostro territorio».
Per il convegno di studi, grazie al contributo di una serie di enti ed associazioni, sono state messe a disposizione 45 borse di studio, dieci delle quali su iniziativa della presidenza del consiglio della Regione Puglia. I lavori del convegno, dopo i saluti inaugurali delle altre autorità, sono proseguiti con le relazioni degli studiosi Omer Ozyigit, dell'università di Bornova (Turchia) sulle «Recenti ricerche archeologiche a Focea», e Jean Paul Morel, dell'università di Aix en Provence (Francia) su «Mezzo secolo di ricerche su Velia e i Focei d'Occidente». Il convegno si concluderà domenica 25 settembre; gli ultimi due giorni si terranno ad Ascea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione