Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 06:56

Esercito - La «Pinerolo» si fa onore a Malta

Nell'ambito dell'esercitazione internazionale «Terra Ferma», s'è svolta una serrata gara di tiro (terminata con un equo pareggio). Nella Task Force italiana anche 4 donne (dell'82° Reggimento Fanteria Torino di Barletta)
BARI - Si è svolta, nel contesto dell'esercitazione «Terra Ferma», sul territorio Maltese, una gara di tiro tra i due eserciti.
La Task Force Italiana, della quale fanno parte anche 4 donne (prestano servizio all'82° Reggimento Fanteria Torino di Barletta, al loro primo impiego fuori dei confini italiani), è riuscita a rimontare e pareggiare un risultato che sembrava ormai compromesso.
«Gli italiani - si legge in una nota della Brigata - sono partiti fortemente svantaggiati visto che l'arma con cui si è svolta la gara era per loro pressoché sconosciuta: un fucile mitragliatore AK 47 di fabbricazione cinese. Soltanto la capacità di adattamento, caratteristica tutta italiana, e la preparazione tecnico professionale ha consentito la rimonta ed il pareggio».
La gara si è svolta con sagome a 200 metri su 8 riprese e sparavano simultaneamente italiani e maltesi. La squadra che per prima abbatteva tutti i suoi bersagli si aggiudicava la ripresa.
Anche l'ambasciatore italiano a Malta, Alvise Memmo, ha assistito ad una delle fasi dell'esercitazione «Terra Ferma» complimentandosi per l'ottimo affiatamento raggiunto tra i componenti dei due eserciti.
Ha inoltre ribadito l'importanza di acquisire e perfezionare la capacità di operare in contesti multinazionali. Giacché, lo strumento militare è oggi componente che concorre alla salvaguardia, alla protezione ed alla cura degli interessi non più solo nazionali ma multinazionali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione