Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 08:28

Spettacoli Puglia: un milione in più

Li ha stanziati per il 2005 la nuova giunta della Regione, rispetto alla vecchia amministrazione, su proposta dell'assessore alla Cultura Silvia Godelli
BARI - Un milione di euro in più per lo Spettacolo (musica, teatro, cinema, danza) rispetto a quanto stanziato dalla giunta precedente: questa una delle iniziative più importanti che l'assessore alla Cultura, Mediterraneo e Pace della Regione Puglia Silvia Godelli cita come uno dei provvedimenti più significativi assunti nel settore della giunta Vendola, appena insediatasi, ma «che - dice - sono ancora insufficienti per rispondere a tutte le esigenze».
Questi provvedimenti riguardano il Piano regionale del 2005. «Abbiamo fatto lievitare la voce in bilancio - aggiunge Godelli - ma nel 2006 la scelta delle priorità e degli indirizzi sarà più analitica e accurata. Siamo ancora legati dalla legislazione precedente. In poche settimane - ricorda Godelli - abbiamo varato il Piano delle attività culturali».
Per le complessità organizzative si è deciso di fare alcune anticipazioni di fondi a due eventi che hanno un richiamo nazionale come il Festival della Valle d'Itria a Martina Franca e la Notte della Taranta nella Grecia Salentina. I fondi sono stati spalmati in tutti i settori e nelle cinque province ma, essendo maggiore il numero delle associazioni e delle istituzioni presenti nel teatro e nella musica, hanno riguardato soprattutto questi due comparti.
«Si tratta di soggetti che hanno subìto pesantissime riduzioni da parte del governo. Noi invece aumentiamo», dice la Godelli. «La cultura e lo spettacolo hanno un valore civile intrinseco - prosegue - ma possono essere un modo per incrementare il turismo, soprattutto destagionalizzandolo e facendo arrivare gli appassionati in Puglia come avviene a Roma, Milano e in Toscana».
Per questo l'assessorato ha scelto di sostenere soggetti nel campo del teatro come il Kismet a Bari, Cantieri Koreja a Lecce e il Crest a Taranto che lavorano per tutto l'anno anche nel settore della produzione o nella musica gli Ico (Istituzioni concertistiche orchestrali) e Associazioni come il Collegium musicum, l'Accademia concertisti, per citare solo quelle baresi.
Per quanto riguarda il cinema, la Godelli annuncia il finanziamento di «un paio di produzioni e di alcuni Festival di qualità come il Levante Film Festival». Nella danza, «dove esistono realtà molto valide come quella di Borraccino e Candeloro» l'invito dell'assessore è alle compagnie e agli enti locali a consorziarsi per il prossimo anno.
«Vogliamo potenziare questi soggetti nei limiti di un budget ancora insufficiente». Nel settore della cultura, l'assessore Godelli, ricordando la delibera di luglio, ribadisce l'esigenza «di privilegiare tutte quelle iniziative in tutte le province e di qualità come il Forum del libro, i Dialoghi di Trani, finanziati con fondi della presidenza della Giunta, e i Presidi del libro di Laterza già finanziati e come per esempio il Festival della letteratura che si apre la prossima settimana a Lucera con ospiti del calibro di Yeousha e Ovadia. Vogliamo sviluppare quelle iniziative promozionali che avvicinano il grande pubblico ai libri di qualità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione