Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 00:22

Ferito pregiudicato nel Barese: 2 arresti

Stefano Gallo (22 anni) e Rocco Lagonigro (34), entrambi di Altamura, ieri avrebbero sparato i 5 colpi di pistola che hanno ridotto in fin di vita Giuseppe Iacovone
ALTAMURA (BARI) - Due persone sono state arrestate dai carabinieri nell' ambito delle indagini avviate dopo il ferimento di Giuseppe Iacovone, di 33 anni, con numerosi precedenti penali, avvenuto nella tarda serata di martedì scorso, 13 settembre, a Altamura. L' uomo è stato ferito al torace da cinque colpi sparati contro di lui in un agguato.
A quanto si è saputo si sarebbe trattato di un regolamento di conti nell'ambito dela malavita della zona. Iacovone è stato ferito mentre era nelle vicinanze della sua abitazione e stava rientrando insieme con il suo cane, un pit bull. L' uomo, ricoverato prima nell' ospedale di Altamura, per la gravità delle sue condizioni è stato trasferito a Trani nel reparto di rianimazione.
Le persone arrestate sono Stefano Gallo, di 22 anni, e Rocco Lagonigro, di 34, entrambi di Altamura e con precedenti penali.
A quanto si è saputo, l' autore materiale del tentativo di omicidio sarebbe Gallo che era in compagnia di Lagonigro.
Gallo avrebbe dichiarato agli investigatori di aver ferito Iacovone dopo un litigio avuto con lui nella villa comunale, litigio causato dal fatto che Iacovone non aveva voluto offrirgli una sigaretta. In realtà - secondo gli investigatori - il movente sarebbe da ricercare nel controllo del traffico di sostanze stupefacenti nella zona perchè sia la vittima sia i suoi aggressori sono coinvolti nel traffico di droghe.
Gallo è stato arrestato lo scorso anno a Gravina in Puglia perchè trovato in possesso di 400 grammi di sostanze, hascisc e cocaina. Iacovone e Lagonigro furono tra gli indagati nell' ambito dell' operazione «Il canto del cigno», coordinata dal pm Elisabetta Pugliese, nell' ambito della quale furono arrestati, nel marzo 2002, 130 persone accusate di associazione mafiosa finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Lagonigro, inoltre, è considerato dagli investigatori un «personaggio» emergente della criminalità ad Altamura.
Permangono ancora gravi le condizioni di Giuseppe Iacovone ricoverato nel reparto di rianimazione dell' ospedale di Trani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione