Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 04:17

L'e-government è realtà a Foggia

Il portale Care ha l'obiettivo di fornire servizi alle imprese e agli utenti di Capitanata attraverso un'architettura informatica capace di mettere in rete i comuni
BARI - Prosegue lo sviluppo del portale di «Care» (Cittadini ed amministrazioni in rete), il progetto di e-government ideato dalla Provincia di Foggia: il sito è consultabile all'indirizzo http://care.e-unico.it. La sperimentazione del portale è partita nel mese di luglio ed è uno degli assi portanti del progetto di e-government ideato dalla Provincia di Foggia.
Care nasce con l'obiettivo di fornire servizi alle imprese e agli utenti di tutta la Capitanata attraverso un'architettura informatica capace di mettere in rete tutti i comuni della provincia. Il progetto consentirà di trovare in rete tutte le informazioni e la documentazione necessaria per aprire, consolidare e gestire un'impresa, proponendosi come portale unificato di servizi alle imprese accessibile in qualsiasi punto della Capitanata. Il sistema fungerà da punto di raccordo per tutti gli sportelli alle attività produttive dei vari comuni.
La pagina principale del portale è suddivisa in tre aree principali con una serie di sottomenù consultabili: Informazioni (sportelli aperti, normativa, modulistica, modello Unico, procedimenti, percorso guidato, elenco mercati, elenco fiere), Pratiche (La tua pratica, ricerca Pratiche, statistiche, Commissioni edilizie), Area riservata (Gestione dati). I comuni pilota del progetto (Lucera, San Severo, Torremaggiore, Manfredonia), e gli utenti, possono già consultare e scaricare dal sito tutte le pratiche e i moduli necessari per l'apertura di uno sportello unico per le attività produttive o per l'inizio di nuove attività.
Sul portale è possibile seguire giorno per giorno l'evoluzione di una pratica. A regime, saranno disponibili 211 servizi.

«Stiamo facendo notevoli passi avanti - ha dichiarato il presidente della Provincia Carmine Stallone - verso l'innovazione tecnologica e il potenziamento dei servizi online ai cittadini e alle imprese in una logica di sistema». Oltre a fornire l'infrastruttura informatica, Palazzo Dogana, si sta occupando della formazione del personale della Provincia e dei vari comuni che dovranno utilizzare il nuovo software, rendere disponibili online tutti i documenti e le informazioni e fornire informazioni alle imprese, ai privati e agli utenti.
Terminata la prima fase che ha visto protagonisti i comuni pilota, la formazione riguarderà tutti gli altri enti locali che hanno aderito a Care (Comunità Montane dei Monti Dauni Settentrionali e Meridionali, la Comunità montana del Gargano, la Camera di Commercio, i comuni di Apricena, Ascoli Satriano, Biccari, Carlantino, Casalvecchio di Puglia, Castelnuovo della Daunia, Celenza Valfortore, Deliceto, Ischitella, Isole Tremiti, Margherita di Savoia, Motta Montecorvino, Ordona, Orsara di Puglia, Panni, Peschici, Pietramontecorvino, Poggio Imperiale, Rocchetta Sant'Antonio, Peschici, Roseto Valfortore, San Ferdinando di Puglia, San Giovanni Rotondo, San Marco la Catola, San Paolo di Civitate, Stornara, Vico del Gargano, Volturara Appula, Accadia, Alberona, Carpino, Faeto, Orsara di Puglia). Tecnici specializzati, affiancheranno responsabili e il personale delle strutture dei vari comuni per uniformare le procedure per la realizzazione dello Sportello unico produttivo, secondo il metodo già seguito a luglio per gli enti locali pilota.

In questa seconda fase, saranno coinvolti anche i comuni che di recente hanno fatto richiesta di aderire al progetto, tra i quali il comune di Cerignola.
Il progetto Care è stato presentato dalla Provincia di Foggia, in qualità di ente capofila, al Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per ottenere i finanziamenti previsti per l'attuazione del piano di e-government previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 febbraio 2002.
Il progetto è stato approvato e ammesso al cofinanziamento per un importo di euro 250.000 rispetto a un costo complessivo di 1.068.000 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione