Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:18

Bari - Acqua e siccità, problema globale. Forum internazionale allo Iam

Un appuntamento internazionale all'Istituto agronomico mediterraneo di Valenzano dal 7 settembre con oltre 150 politici e scienziati. per gettare le basi di una nuova normativa
VALENZANO (Bari) - Sono oltre 150 i decisori politici e gli scienziati che, in rappresentanza di governi, organizzazioni internazionali, istituzioni scientifiche e università, si sono dati appuntamento all'Istituto agronomico mediterraneo (Iam) di Bari per discutere, da mercoledì a sabato prossimi (7-11 settembre), la complessa problematica di «Acqua, suolo e sicurezza alimentare nelle regioni aride e semiaride».
Finalità della conferenza - informa una nota dello Iam - è la definizione di un quadro normativo e tecnico che consenta ai governi di attuare appropriate politiche di gestione dell'acqua e del suolo e promuovere un partenariato globale regionale e nazionale per attuare programmi e progetti multidisciplinari miranti a raggiungere la sicurezza alimentare.
«Fino ad oggi la scarsità di acqua nelle regioni aride e semiaride ha avuto conseguenze soprattutto sulla salute umana. In un domani non lontano le conseguenze - è detto nel comunicato - riguarderanno anche la produzione agroalimentare, la sopravvivenza nelle aree rurali e l'equilibrio degli ecosistemi. Ed il costante aumento della popolazione mondiale aggraverà la crisi». Nel mondo scientifico questa previsione «è pressochè unanimemente condivisa ed altrettanto unanimemente la causa è individuata nella cattiva gestione delle risorse idriche». L'inquinamento dei fiumi, dei laghi e delle falde sotterranee riduce la quantità di acqua disponibile. L'irrigazione irrazionale provoca forti incrementi dei fabbisogni, «mentre sistemi irrigui inefficienti subiscono perdite che superano il 50% dell'acqua destinata alle colture agricole».
Nella consapevolezza che le decisioni o la mancanza di decisioni sulla gestione delle risorse idriche saranno determinanti per la salute e la sicurezza alimentare dei prossimi decenni, l'Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari del Ciheam, in collaborazione con il AWC (Consiglio Arabo sull'Acqua) e la canadese IWRA (Associazione Internazionale delle Risorse Idriche) e con il patrocinio del ministero degli Esteri e del ministero delle Politiche Agroalimentari e Forestali italiani, ha organizzato la conferenza internazionale alla quale hanno assicurato la loro partecipazione oltre una ventina di organismi internazionali, europei, africani, mediorientali e americani tra i quali la Commissione dell'Unione Europea, il Consiglio Mondiale dell'Acqua, la FAO, l'UNDP (Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo), l'ICARDA (Centro Internazionale di Ricerche Agricole in Aree Aride) e l'ICBA (Centro Internazionale dell'Agricoltura Biosalina).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione