Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 14:16

Canosa - Bloccate di nuovo le strade "adriatiche"

Riesplode la protesta degli agricoltori, dopo le barricate di ieri e nonostante l'accordo siglato in serata a Foggia. Fra venerdì e sabato avevano sbarrato per 12 ore il traffico stradale, autostradale e ferroviario verso sud e verso nord. Per l'uva il nodo è la quantità di mosto da destinare alla "distillazione di crisi"; per il pomodoro ritenute insufficienti le misure anticrisi indicate dal ministero all'Agricoltura
BARI - Gli agricoltori del nord Barese hanno bloccato poco fa l'autostrada A14 in direzione nord, all'altezza del casello di Canosa di Puglia (Bari), paralizzato il traffico verso Pescara. Sul posto sono al lavoro pattuglie della Polstrada che stanno facendo uscire le autovetture incolonnate, e quelle che stanno sopraggiungendo, al precedente casello di Andria (Bari).
Blocchi stradali sono in atto anche sulla statale 16 bis all'altezza di Barletta, sempre nel nord Barese.
La protesta è stata messa in atto dai viticoltori e dai produttori di pomodoro: i primi, dopo i blocchi di ieri e nonostante l'accordo siglato nella serata di ieri a Foggia, pongono il problema della quantità di mosto da destinare alla "distillazione di crisi" individuata per fronteggiare la situazione di estrema difficoltà che ha colpito il settore; i produttori di pomodoro ritengono insufficienti le misure indicate dal ministero all'Agricoltura per far fronte alla crisi che investe il loro settore.
Nel nord Barese i viticoltori hanno inoltre bloccato con mezzi agricoli le strade statali che collegano Barletta a Margherita di Savoia (Foggia) e Canosa di Puglia a Barletta, creando disagi alla circolazione.
Nel Foggiano - si è saputo dalla Polstrada - sono inoltre bloccate alcune strade interne nei Comuni di Trinitapoli, Margherita di Savoia e San Ferdinando di Puglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione