Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 07:51

Cerignola - Crisi uva gli agricoltori in guerra

I manifestanti hanno bloccato da ieri sera a questa mattina le autostrade A14 (Bari-Napoli) e A16 (Bari-Pescara), sorvegliati da Polizia e Carabinieri. Resta sbarrata la Statale 93. Enormi i disagi per chi ritornava dalle vacanze
• Dopo il blocco nella notte, in mattinata è ripresa la circolazione ferroviaria
• Il ministro Alemanno: «Siamo di fronte ad una crisi strutturale»
FOGGIA - Prosegue la manifestazione di protesta degli agricoltori di Cerignola e di altri centri della provincia di Foggia che da ieri sera hanno occupato la strada statale 16 in direzione Foggia, l'autostrada Bari-Pescara e l'autostrada Bari-Napoli.
Solo nella tarda mattinata, sono stati tolti i blocchi sulle autostrade A14 e A16, nei pressi di Cerignola, ed è tornata transitabile la statale 16 bis. Lo si è appreso dalla Polstrada.
Tuttavia - segnala la Polizia - sia sui due tratti autostradali sia sulla statale (nel Foggiano e nel nord Barese) è segnalato molto traffico e qualche piccolo tamponamento.
Resta invece bloccata la statale 93 all'altezza di Canosa di Puglia (Bari).


Gli agricoltori protestano per la crisi dell'uva che sta mettendo a rischio diverse aziende della zona. Hanno passato la notte dormendo sui mezzi agricoli creando enormi disagi alla circolazione. Sul posto anche questa mattina diversi uomini della Polizia e dei Carabinieri che stanno conducendo le trattative per ripristinare i collegamenti stradali.
Dalle 22.30 di ieri sera la statale 16, la strada che collega Foggia a Cerignola è stata parzialmente chiusa e le auto in direzione Cerignola sono state fatte deviare a Stornara. Molti automobilisti sono stati costretti a trascorrere la notte nelle vetture.
Chiusa al traffico anche la statale 98, la Cerignola-Bari, e le auto sono state deviate sulle strade litoranee dove si registrano pesanti difficoltà. Chilometri di coda sono stati segnalati ai caselli di Cerignola in entrambe le direzioni. Una situazione aggravata anche dalle centinaia di auto in viaggio per il controesodo, cominciato proprio stamani. Non sono mancati momenti di tensione, in particolare tra gli agricoltori e gli automobilisti che chiedevano di sbloccare l'autostrada.
Sul posto, agenti di Polizia e Carabinieri sono impegnati, non senza difficoltà, per calmare gli animi e l'area è controllata anche dall'alto di elicottero della Polizia. In mattinata il prefetto di Foggia, Fabio Costantini, si era detto disponibile ad incontrare una delegazione degli agricoltori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione