Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 06:38

Foggia: stop ad «antenna selvaggia»

Accordo «per la razionalizzazione ed installazione degli impianti di stazioni radio base, ed il loro monitoraggio e controllo» tra Comune e Tim, Vodafone, Wind, H3G
FOGGIA - Stop ad «antenna selvaggia» nel capoluogo. Un protocollo d'intesa «per la razionalizzazione ed installazione degli impianti di stazioni radio base, ed il loro monitoraggio e controllo» è stato siglato dal Comune di Foggia e i gestori di telefonia mobile cellulare Tim, Vodafone, Wind, H3G. Ne dà notizia l'assessore all'ambiente, Italo Pontone.
«L'obiettivo dell'Amministrazione - spiega l'assessore - è quello di garantire un più elevato livello di tutela della salute della popolazione e dell'ambiente dall'esposizione ai campi magnetici, mediante una programmazione razionale delle installazioni sul territorio comunale di impianti di telefonia mobile e una verifica puntuale dei livelli di emissione».
Queste in sintesi le finalità dell'importante accordo: verificare e garantire la razionalizzazione, l'installazione, il monitoraggio, il controllo e gli interventi di risanamento che si renderanno necessari degli impianti di telefonia mobile; assicurare l'applicazione delle leggi vigenti in materia; garantire una razionale allocazione degli impianti attraverso l'ottimizzazione degli interventi previsti dai gestori, di concerto con l'amministrazione, prioritariamente attraverso l'individuazione e messa a disposizione di aree ed immobili pubblici; promuovere campagne periodiche finalizzare a divulgare una corretta informazione sugli effetti dell'inquinamento elettromagnetico.
«L'intesa siglata, cui si è giunti anche attraverso l'apporto dell'Arpa Puglia - sottolinea l'assessore all'ambiente - rappresenta un passo importante, in quanto sancisce un nuovo modo di affrontare la questione attraverso la concertazione tra Amministrazione e gestori, il che consentirà di poter avere un'effettiva ed efficace gestione del territorio». Entro venti giorni dalla sottoscrizione del protocollo, i gestori forniranno all'Amministrazione la mappa dei siti attualmente operativi ed il programma di sviluppo della rete del servizio di telefonia mobile. Successivamente, e nel termine di sessanta giorni dalla firma dell'accordo, l'Amministrazione - sulla base delle indicazioni pervenute - elaborerà il Piano tecnico annuale di installazione (PTAI).
L'accordo siglato con i gestori di stazioni di telefonia mobile recepisce i principi stabiliti nel protocollo d'intesa Anci, e diventerà parte integrante del nuovo «Regolamento per l'installazione e l'esercizio di sistemi ed apparecchiature generatori di campi elettromagnetici» che l'amministrazione comunale sta predisponendo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione