Cerca

Venerdì 19 Gennaio 2018 | 08:43

Amianto: 20 denunce a Brindisi

Sono imprenditori e avrebbero violato le norme sullo smaltimento di rifiuti contenenti la sostanza tossica, lasciandone nell'ambiente migliaia di metriquadri
BRINDISI - I Carabinieri della Compagnia di Brindisi hanno denunciato 20 imprenditori per violazione delle norme sull'utilizzo e lo smaltimento dell'amianto. Le persone denunciate, tutti titolari di aziende con sede a Brindisi e Mesagne, sono accusate di non aver smaltito a norma di legge le vecchie coperture in amianto ed eternit dei capannoni dei loro stabilimenti, lasciando nell'ambiente diverse migliaia di metriquadri di materiale altamente nocivo.
Il decreto legislativo n.257 del 1992,infatti, vieta l'uso di manufatti contenenti la sostanza tossica nelle costruzioni edili e sui luoghi di lavoro, proprio perchè altamente inquinante e nociva per l'ambiente. Le venti denunce nel brindisino si inseriscono in una più ampia operazione di monitoraggio che i carabinieri stanno eseguendo negli insediamenti produttivi della zona industriale del capoluogo pugliese e finalizzata a contrastare proprio i reati ambientali legati al cattivo utilizzo dell'amianto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400