Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 08:41

Vendola in visita negli ospedali

Il presidente della Regione Puglia in giro per la Puglia ad iniziare dal Salento: «devo rendermi conto della situazione ci sono situazioni che gridano vendetta»
LECCE - La sanità pugliese, e in particolare quella salentina, volta pagina, con nuove nomine e, tra l'altro, con l'assunzione di più di 1.600 infermieri professionali, la riqualificazione dei reparti e il miglioramento dei servizi, il potenziamento dell'oncologico, l'abolizione dei ticket. Lo ha assicurato il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e l'assessore regionale alla sanità, Alberto Tedesco, che hanno visitato oggi l'ospedale «Vito Fazzi» di Lecce e le strutture ospedaliere di Poggiardo e di Nardò.
«Abbiamo in animo - ha detto Vendola - di attivare un percorso di ricognizione non propagandistica. Non stiamo facendo delle passerelle, stiamo cercando un contatto che è di conoscenza, ma anche di stimolo, di motivazione nei confronti degli operatori sanitari. Pensiamo di dovere, con la capacità di renderci conto di quale sia lo stato dell'arte e di quali siano le risorse che possiamo investire concretamente, rispondere subito alla copertura degli organici».
«Credo - ha spiegato Vendola - che ci siano situazioni che gridano vendetta da questo punto di vista, con reparti che rischiano il collasso perchè non ci sono infermieri».

Per quanto riguarda i direttori generali delle Ausl Vendola ha osservato: «Abbiamo da provare la capacità nostra di emanciparci da un passato, che è quello che introduce e santifica norme partitocratiche nella promozione dei ruoli dirigenti. Questo è uno dei problemi in generale della pubblica amministrazione. E' un problema trasversale alle forze politiche, recuperare autonomia, autorevolezza e professionalità in taluni ruoli dirigenziali; vorrei dire che è uno dei grandi obiettivi del risanamento del Mezzogiorno d'Italia. Per quello che sarà possibile cercheremo di fare la nostra parte con tempestività e, mi auguro, riuscendo a stupire tutti per la valorizzazione delle competenze».

Per quanto riguarda i ticket, Vendola ha assicurato: «Siamo in dirittura d'arrivo. E' un provvedimento sostanzialmente completo. Credo che sarà l'augurio di buone vacanze che daremo ai pugliesi».
Per l'assessore Tedesco «la valutazione del Fazzi conferma la nostra impressione». «Questa struttura ospedaliera, che è una delle pù importanti della regione, ha problemi strutturali, di riqualificazione, che sono - ha detto Tedesco - già stati impostati attraverso percorsi finanziari che devono essere accelerati: è quello che faremo, che stiamo facendo. La questione sulla quale abbiamo cominciato a lavorare da subito è sbloccare alcuni canali finanziari che si erano inceppati, soprattutto quei progetti che sono finanziati attraverso un duplice filone, articolo 20 e libera professione. Adesso un po' alla volta li stiamo rimettendo in moto».
Durante la visita di Vendola al Fazzi c'erano anche alcuni consiglieri d'opposizione, tra i quali l'ex assessore al bilancio Rocco Palese (Fi), il quale ha sottolineato che «l'attuale giunta regionale ancora non ha fatto il provvedimento più atteso e più annunciato ai cittadini, l'eliminazione dei ticket sui farmaci».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione