Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 13:11

Bari - Seviziavano e derubavano gay

I quattro presunti responsabili, due dei quali sono minorenni, sono stati arrestati dagli investigatori della squadra mobile della Questura, agivano intorno allo stadio
BARI - Adescavano e poi aggredivano e rapinavano omosessuali che venivano anche seviziati: i quattro presunti responsabili, due dei quali sono minorenni, sono stati arrestati dagli investigatori della squadra mobile della Questura di Bari. Si tratta di Attilio Gargaro, di 22 anni, di Carlo Loiodice, di 32, e di due ragazzi non ancora 18/enni. Il gruppo agiva nei pressi dello stadio San Nicola di Bari, luogo frequentato da omosessuali e gli episodi sono avvenuti nel marzo del 2003 ma solo oggi le indagini si sono concluse.
I quattro si appostavano nella zona: uno di loro adescava gli omosessuali con ammiccamenti per poi sopraffare la vittima con una vera e propria tecnica da commando. La banda riusciva a compiere più aggressioni per notte ed infliggeva - secondo quanto accertato dagli investigatori - gravi lesioni alle vittime rapinate, minacciate costantemente con pistole e coltelli.
Carlo Loiodice è stato arrestato nei giorni scorsi dopo che, nell'agosto del 2004, approfittando di un permesso mentre era sottoposto a misura di sicurezza detentiva in una casa di lavoro, si era reso irreperibile. Attilio Gargaro si trova in carcere dal 18 febbraio scorso: durante una irruzione nella sua abitazione era stato trovato in compagnia di una ragazza di cui i genitori avevano denunciato la scomparsa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione