Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 19:47

«Più donne in giunta comunale a Veglie»

La disposizione da parte del Tar di Lecce al sindaco, che ha accolto un ricorso presentato da sette consiglieri comunali della cittadina salentina
LECCE - Nella giunta comunale di Veglie deve esserci una rappresentanza delle donne: lo ha disposto la sezione di Lecce del Tar di Puglia (presidente Francesco Ravalli), che ha accolto in proposito un ricorso presentato da sette consiglieri comunali della cittadina salentina.
Nell'ordinanza sono spiegate le ragioni della decisione, che sono sia di carattere generale, ispirate cioè alla Costituzione italiana, sia locale, dettate dallo stesso statuto comunale di Veglie. Il Tar ricorda quanto prescrive la Costituzione, «La Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini», e nello stesso tempo riprende l'art.37 dello statuto comunale di Veglie, che stabilisce che «nella compilazione della Giunta è garantita la presenza dei rappresentanti di entrambi i sessi».
Sulla base di queste considerazioni il tribunale ha accolto il ricorso dei sette consiglieri di opposizione; un altro analogo ricorso, presentato da un consigliere donna di maggioranza non è stato ancora esaminato. Il Tar nell'ordinanza ha ritenuto che «il Sindaco debba procedere, nel corretto esercizio delle proprie attribuzioni, ad una nuova formazione della Giunta Comunale adoperandosi per assicurarvi una rappresentanza femminile o, nel caso in cui ciò non sia, per ragioni tecnico-politiche, possibile, illustrando con motivazione puntuale, esaustiva e concreta le ragioni che impediscono l'attuazione del così detto principio delle pari opportunità».
Il sindaco di Veglie, Fernando Fai, alla guida della lista civica «Uniti per Veglie» (composta da Margherita, Sdi, Udc, Verdi) dovrà quindi riformulare la Giunta comunale «entro il termine d 45 giorni dalla notificazione dell'ordinanza». O, almeno, illustrare in maniera compiuta e convincente le ragioni per le quali questa riformulazione sarebbe possibile.
A Veglie si era votato per il rinnovo dell'amministrazione comunale il 3-4 aprile scorsi, competizione alla quale parteciparono altre due liste civiche «Prima di tutto i cittadini», di centrodestra, e «Città unita», di centrosinistra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione