Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 14:59

Tricase - Arrestato capo ufficio tecnico

Guido Girasoli ha favorito, secondo le indagini, pratiche burocratiche in cambio di tangenti. E' accusato di concussione continuata. Gli illeciti duravano da almeno due anni
TRICASE (LECCE) - Il capo ufficio tecnico del Comune di Tricase, ingegnere Guido Girasoli, di 49 anni, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di concussione continuata.
Girasoli - secondo le indagini - ha favorito, nel periodo compreso tra il 2003 e il 2005, la definizione di pratiche burocratiche particolarmente complicate in cambio di utilità in danaro.

Girasoli è stato arrestato per concussione e tentativo di concussione in base ad un provvedimento di custodia cautelare in carcere firmato dal gip del Tribunale di Lecce Maurizio Saso, che ha accolto la richiesta avanzata dal pm inquirente Patrizia Ciccarese. I fatti fanno riferimento al periodo compreso tra il 2004 e il 2005.
Le due contestazioni contenute nell'ordinanza si riferiscono ad altrettante istanze di condono che un'impresa edile di Tricase aveva avanzato al Comune salentino. Nel primo caso Girasoli - secondo l'accusa - per sollecitare e definire in modo positivo per i richiedenti l'iter burocratico, ha preteso e ottenuto 15.000 euro in contanti. Per la definizione della seconda richiesta di condono ha invece - sempre secondo il pm - alzato la posta chiedendo all'imprenditore richiedente 30.000 euro, somma mai consegnata.

«L'operazione - ha spiegato il pm Ciccarese nel corso della conferenza stampa tenuta dai carabinieri - ha coinvolto un imprenditore molto noto a Tricase, che ha deciso di denunciare gravissimi episodi di cattiva amministrazione di cui è stato vittima: episodi di concussione consumata e tentata con riferimento alla costruzione di complessi immobiliari di notevole rilievo».
«Abbiamo raccolto le prove fornite dall'imprenditore stesso - ha continuato il pm - che si era dotato di un sistema di videoregistrazione con riferimento agli episodi successivi di concussione, quindi ha registrato pressioni avanzate nei suoi confronti da parte del dirigente dell'Utc; successivamente ha confermato le circostanze relative alla elargizione di 15.000 euro con riferimento ad una pratica edilizia relativa a un complesso immobiliare realizzato nel 2004 e alla richiesta di ulteriori 30.000 euro con riferimento alla costruzione di altro complesso immobiliare».
Le indagini a carico di Girasoli - a quanto si è appreso - continuano perchè gli inquirenti ipotizzano che episodi di concussione possano aver riguardato altri soggetti che operano in campo edilizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione