Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:13

GdF: via web vendeva trulli a «nero»

Anche alcuni Vip si sarebbero serviti dell'intermediazione di un cittadino di Ostuni (Brindisi), segnalato all'A.G. dalla Guardia di Finanza come evasore totale
BRINDISI - Ci sono anche professionisti (in particolare avvocati e medici) e professori universitari settentrionali di fama internazionale e facoltosi cittadini inglesi e tedeschi, tra gli acquirenti di trulli, masserie e casali che si sarebbero serviti dell'intermediazione di un cittadino di Ostuni, in provincia di Brindisi, segnalato all'Autorità Giudiziaria dalla Guardia di Finanza della locale Compagnia come evasore totale.
Le Fiamme Gialle hanno compiuto indagini sulle varie movimentazioni bancarie. Gli atti di compravendita avvenivano regolarmente dal notaio, gli acquirenti non avrebbero commesso alcun tipo di infrazione. Ma la redditizia attività di intermediazione, che si serviva di un sito internet oscurato dagli inquirenti e di semplici scritture private, era completamente sconosciuta al fisco. L'uomo, oltre alla provvigione, incamerava anche parte del corrispettivo.
Le Fiamme Gialle hanno accertato un movimento di denaro di oltre 1 milione di euro, per circa 150 mila di ricavi non dichiarati. Scoperta un'evasione all'Iva di oltre 17 mila euro e oltre 20 mila di imposta di registro. Il territorio di Ostuni e di tutta la valle d'Itria, con le sue tipiche abitazioni, è divenuto da qualche anno oggetto del desiderio di molti cittadini stranieri e di facoltosi settentrionali.
Tra di loro anche personaggi del mondo dello spettacolo, «non coinvolti comunque - precisano gli investigatori - in questi accertamenti che peraltro sono di natura esclusivamente amministrativa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione