Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 14:12

Clandestini e minori sfruttati a Lecce

La Guardia di Finanza ha scoperto in una azienda manifatturiera di Ruffano 14 lavoratori in «nero», tra i quali due immigrati clandestini e una 14enne
LECCE - Militari della Guardia di Finanza di Lecce e della Brigata di Casarano hanno scoperto in una azienda di Ruffano 14 lavoratori in «nero», tra i quali due immigrati clandestini e una minorenne. Le Fiamme Gialle da tempo si erano appostate nella zona. Quella controllata è la vecchia sede di una società che produce accessori metallici. Parte della produzione era stata trasferita nel nuovo opificio dove, pare, tutto si svolgesse regolarmente.
Ma i finanzieri hanno notato che all'interno della vecchia struttura un po' degradata, con i cancelli costantemente chiusi e una recinzione per impedire la vista dall'esterno, continuavano le attività produttive. E così hanno approfittato dell'arrivo di un automezzo e sono entrati, trovando al lavoro 14 lavoratori in nero tra cui due maghrebini, un uomo e una donna senza permesso di soggiorno, e una 14enne di Taurisano, nel leccese.
La titolare, N.A.M., di Supersano, è stata denunciata alla Procura della Repubblica per aver occupato stranieri privi di soggiorno e per sfruttamento del lavoro minorile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione