Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:18

Trani - In arresto per corruzione ispettore beneficiari fondi Feoga

Per il 43enne, M.F., originario della provincia di Trapani, è scattata un'ordinanza di custodia cautelare. Dietro pagamento di somme, avrebbe attestato la falsa regolarità dell'attività di un frantoio
BARI - Un ispettore della Agecontrol Spa, l'agenzia che ha il compito di garantire l'attività di controllo nei confronti dei beneficiari dei Fondi Feoga per la produzione di olio di oliva, è stato posto agli arresti domiciliari dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Bari. Si tratta di un 43enne, M.F., originario della provincia di Trapani. Per lui è scattata un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Trani Roberto Olivieri del Castillo, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Ettore Cardinali. L'accusa è di corruzione. Come pubblico ufficiale, in cambio di una somma di danaro, avrebbe attestato in modo falso la regolarità delle operazioni compiute dal frantoio controllato.
L'arresto di oggi segue l'operazione del 18 aprile scorso quando altri sei provvedimenti di custodia cautelare in carcere furono eseguiti nei confronti di altrettante persone responsabili di una associazione a delinquere finalizzata a percepire indebitamente finanziamenti comunitari. In quell'occasione si accertò un articolato sistema di frode messo in pratica grazie all'emissione di fatture per operazioni inesistenti emesse da aziende olearie pugliesi e calabresi nei confronti di produttori olivicoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione