Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 22:53

«Il comando di Bari è alle pezze»

Lo striscione è esposto nel piazzale antistante il comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Bari. Infatti, anche i Vigili di Puglia (dopo le manifestazioni di Milano, Palermo, e Napoli) stanno scioperando contro il decreto attuativo della legge 252 e per chiedere una revisione dell'organico
BARI - Dopo le manifestazioni di Milano, Palermo, e Napoli oggi anche i vigili del fuoco di Bari e della Puglia scioperano per esprimere dissenso sul decreto attuativo della legge 252 «frutto di un atto autoritario del ministero dell' interno» e per chiedere una revisione dell' organico. Nel piazzale antistante il comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Bari è stato esposto uno striscione con la scritta: «Il comando di Bari è alle pezze». «Ed è proprio così.- spiegano Piero Valletta e Francesco De Cosimo della Funzione Pugbblica Cgil Vigili del Fuoco - Siamo sottorganico e in questo momento di piena emergenza, siamo costretti a far cadere i parametri di sicurezza: per non dire "no" alle chiamate di soccorso usciamo in tre, mentre per legge una squadra dovrebbe essere composta da cinque persone». «Tutto questo - aggiunge Valletta - ci pone in seria difficoltà e per noi, è chiaro, aumenta il rischio». I Vigili del Fuoco scioperano quindi «contro le scelte sbagliate dell' Amministrazione, attuate in occasione della proposta di riordino del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco», iniziative che «oltre a non migliorare le condizioni lavorative del personale, creano le condizioni per ingessare tutta l' attività svolta dai vigili del fuoco in favore dei cittadini». «Oltre alle nostre giuste rivendicazioni economiche e alla richiesta di ripresa, a livello nazionale, di corrette relazioni sindacali - afferma Valletta - noi chiediamo interventi per ottenere immediatamente mezzi e dotazioni organiche adeguate alle esigenze del territorio». «Siamo stanchi - aggiunge - di attendere "la riforma che verrà", stanchi di avere false promesse come i 300 euro divenuti 30, tanto per cominciare, e vogliamo dire la nostra opinione anche sul rinnovo contrattuale che deve riconoscere il valore che tutti, a parole, dicono rappresentare i pompieri».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione