Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 20:56

L'Europa unita da un «cyber-tratturo»

Le antiche vie d'erba (famose quelle del Tavoliere pugliese) diventano patrimonio culturale. Nasce il Museo virtuale della Civiltà della transumanza
ROMA - I "tratturi" le antiche vie d'erba, che le greggi percorrevano migrando dai pascoli montani abruzzesi alle pianure del Tavoliere della Puglia o della camapagna romana, patrimonio di cultura e tradizioni non solo in Italia ma anche in Francia, Spagna e Portogallo godono oggi di un nuovo interesse come assi portanti della rete ecologica europea. Prova ne è la nascita del Museo virtuale della Civiltà della transumanza, sul portale Internet www.transumanza.net e, dai prossimi giorni on line sul sito del Ministero dell'Ambiente italiano. L'iniziativa è stata presentata oggi a Roma, presso il ministero, nell'ambito del convegno «Tratturi e civiltà della transumanza: una rete culturale e ambientale europea».
Il portale, che è stato realizzato dal Ministero dell'Ambiente e dall'Università Gabriele D'Annunzio di Chieti-Pescara, è ricco di elementi storici, geografici e culturali. Contiene infatti un volo virtuale sulle «vias pecuarias» spagnole, realizzato dall'Università spagnola di Vallodid, un censimento delle vie della transumanza in Provenza e nel massiccio alpino e del patrimonio connesso con cartografia a cura della Maison de la Transhumace francese ed anche un filmato che riguarda alcuni paesi euroei realizzato dall'Università «Cà Foscari» di Venezia. Materiali che sono stati illustrati dai relatori del convegno internazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione