Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 15:01

Manifestazione antimilitarista a Taranto

In corteo contro il rischio nucleare, in concomitanza con l'esercitazione Nato che prevede l'affondamento simulato di quattro sommergibili
TARANTO - Circa 200 pacifisti e antimilitaristi sono sfilati in serata in corteo per le strade del centro cittadino per protestare contro il rischio nucleare, in concomitanza con l'esercitazione Nato Sorbet Royal 2005, in corso nel golfo di Taranto che prevede l'affondamento simulato di quattro sommergibili e il salvataggio dei loro equipaggi.
Alla manifestazione, organizzata dalle associazioni pacifiste Peacelink e Taranto sociale, hanno aderito anche la confederazione Cobas, Legambiente, esponenti di Rifondazione comunista e dei gruppi di appoggio di Greenpeace di Bari e Lecce.
«Base Nato e nucleare-Dalla nostra terra ve ne dovete andare» era la scritta che campeggiava all'inizio del corteo. La manifestazione si è conclusa sulla rotonda del lungomare di Taranto con l'esibizione di alcuni artisti di strada.
I pacifisti chiedono in particolare che «le istituzioni diano un'informazione completa alla popolazione sugli eventuali rischi derivanti dalla presenza o dal passaggio di sommergibili nucleari nelle acque di Taranto». A questo scopo Peacelink e Taranto sociale nei giorni scorsi avevano inviato una lettera al prefetto, Giancarlo Ingrao, e una al comandante in capo del Dipartimento marittimo dello Jonio e del canale d'Otranto, ammiraglio di squadra Francesco Ricci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione