Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 22:49

Contro la discarica tra Avellino e Foggia consegnano le chiavi di casa al ministro

Più di 500 cittadini della Valle del Cervaro hanno dato le chiavi delle proprie case ai rispettivi sindaci che, a loro volta, le invieranno al commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Campania e al ministro dell'Ambiente Altero Matteoli
AVELLINO - Più di 500 cittadini della Valle del Cervaro, al confine tra le province di Avellino e Foggia, hanno consegnato le chiavi delle proprie case ai rispettivi sindaci che, a loro volta, le invieranno, «metà ciascuno», al commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Campania, Corrado Catenacci, e al ministro dell'Ambiente Altero Matteoli. Si tratta dell'ennesima protesta, dopo quella elettorale con le urne disertate in occasione delle Regionali del 3 e 4 aprile scorsi, messa in atto dai comuni irpini di Savignano, Montaguto e Greci e da quelli di Panni e Monteleone, in provincia di Foggia, contro la decisione di realizzare nel territorio di Savignano Irpino una discarica destinata allo stoccaggio di fos e sovvalli dei rifiuti prodotti nella sola provincia di Avellino.
«Consegnare le chiavi delle nostre case - hanno spiegato i responsabili del comitato anti-discarica - significa far sapere alle autorità e alle istituzioni che abbiamo perduto ogni speranza di futuro e che i sacrifici di una vita sono stati del tutto inutili».
Il corteo dei manifestanti, circa mille persone, è partito dallo scalo ferroviario di Montaguto-Panni sulla linea Benevento-Foggia e ha raggiunto contrada Ischia, la zona in cui dovrebbe sorgere l'impianto presso cui verranno conferiti circa 320 mila metri cubi di residui di rifiuti solidi urbani provenienti dal Cdr di Pianodardine (Avellino).
Le chiavi di casa, con la targhetta indicante il nome del proprietario, sono state raccolte in alcune urne che, come detto, saranno inviate a Catenacci e al ministro Matteoli. I manifestanti hanno anche chiesto, e ottenuto, solidarietà dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. Una nuova manifestazione contro la discarica di Savignano Irpino (Avellino) è già stata programmata per il prossimo 4 luglio sui monti della Daunia meridionale alla quale parteciperanno, insieme ai comuni irpini, anche l'assessore all'Ambiente della regione Puglia e Virgilio Caivano, portavoce nazionale dei piccoli comuni italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione