Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 18:32

«Import» di coca: preso leccese

La presenza, a Pavia, di Mario Martella, già condannato perché ritenuto affiliato alla Scu, ha messo in allarme la Polizia. Dopo 3 anni d'indagini, 16 arresti
ROMA - Operazione antidroga della polizia a Pavia. Arrestate 16 persone.
L'indagine, condotta dagli uomini della squadra mobile, è partita dai controlli sulla presenza in città di un affiliato alla Sacra Corona Unita. Studiando i suoi spostamenti e i suoi contatti si è giunti ad una banda composta da cittadini di origine dominicana che si occupavano di far giungere cocaina purissima, direttamente dalla Repubblica Dominicana, tramite corrieri italiani e stranieri. La droga che viaggiava spesso con i bagagli, nascosta in confezioni di saponi o prodotti per cosmesi, veniva venduta privilegiando i canali delle discoteche e dei locali notturni.
Nel corso dell'operazione, denominata Macumba e che ha impegnato 150 uomini, sono stati sequestrati -oltre a 2 chili di cocaina e numerose pasticche di extasy- anche 100 grammi di hashish, 2 pistole con matricola abrasa e due auto rubate.
A quanto è stato reso noto dalla questura di Lecce, l'indagine condotta dalla Squadra Mobile di Pavia venne avviata nel maggio 2002, quando si trasferì nel capoluogo lombardo un personaggio della criminalità salentina, Mario Martella, detto Capretta, di 27 anni, di Lecce. Martella è stato condannato nel 2004 a 11 anni di reclusione, per associazione mafiosa, per associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti e per la partecipazione, nel 1999, all'uccisione di Antonio Albanese.
A Pavia, Martella - secondo gli investigatori - costituì, in società con un cittadino dominicano, un'impresa di pitturazione di interni, di fatto mai avviata. In realtà il giovane avvia un traffico di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina, venduta a circa 75,00 euro a dose, insieme con altri cittadini italiani e dominicani.
La cocaina - secondo la polizia - giungeva a Pavia dalla Spagna con automezzi o in aerei che atterravano a Malpensa e veniva distribuita anche in varie città del Nord Italia (Milano, Brescia, Lodi, Trieste).
Arrestato nel 2004, Martella è stato scarcerato alcuni mesi fa ed è tornato a Lecce, dove ieri è stato arrestato dagli uomini della Squadra Mobile di Lecce in esecuzione del provvedimento cautelare del gip del tribunale di Pavia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione