Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 15:00

Taranto - Uccisa perchè voleva uscire

Antonio Vitale, 61 anni, è stato arrestato per l'omicidio di Comasia Granaldi, 58 anni, avvenuto durante la notte. La donna trovata in una pozza di sangue
MARTINA FRANCA (TARANTO) - Un litigio per futili motivi: lei avrebbe voluto trascorrere la serata fuori casa, lui invece non aveva alcuna intenzione di uscire. Sarebbe stato questo il motivo che avrebbe spinto la notte scorsa Antonio Vitale, un pensionato di 61 anni, a picchiare selvaggiamente fino ad ucciderla la convivente Comasia Granaldi, di 58 anni, titolare di un panificio a Martina Franca.
Lo ha raccontato lo stesso Vitale agli agenti del Commissariato di Polizia, che lo hanno arrestato con l'accusa di omicidio volontario. L'uomo è ora rinchiuso nel carcere di Taranto.
Il delitto è stato compiuto nell'abitazione della coppia, un appartamento al secondo piano di via Orazio Flacco, dove i due convivevano da alcuni mesi. E' stato lo stesso pensionato, intorno alle 2,30 della notte, a telefonare alla Polizia dicendo di aver ucciso la moglie. Quando gli agenti sono entrati nell'appartamento, hanno trovato Vitale in stato confusionale e la sua convivente, morta, riversa sul letto. Un primo esame del medico legale ha stabilito che la donna è morta per una vasta e profonda ferita alla nuca.
Condotto negli uffici del Commissariato, Vitale è stato interrogato dal magistrato di turno, il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Taranto Annamaria Fasano. Ha parlato di quel banale motivo che avrebbe scatenato il litigio e una successiva colluttazione fra la coppia. I due sarebbero finiti nella stanza da bagno e qui Vitale avrebbe preso per la testa la donna sbattendole più volte il capo contro il bordo della vasca da bagno. Accortosi di averla uccisa, ha telefonato poi alla Polizia.
Il corpo di Comasia Granaldi è stato trasportato all'obitorio dell'ospedale di Martina Franca, dove domani dovrebbe essere compiuta l'autopsia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione